Salento. Il villaggio rupestre di Macurano

Manca poco alla Finis terrae di Leuca. Alessano occupa, insieme con la sua frazione Montesardo, la cresta della più “alta” delle Serre salentine. Castelli, palazzi e chiese testimoniano un passato glorioso e un’economia agricola solida. Un flusso discreto e ininterrotto di gruppi e di persone riconoscenti ne visita il cimitero per raccogliersi in preghiera intorno alla tomba di Don Tonino Bello, un uomo di chiesa amato da … Continua a leggere Salento. Il villaggio rupestre di Macurano

Il borgo rupestre di Vitozza

Il fascino di Vitozza più che singolare è in realtà plurale. È frutto della combinazione di più fattori: un’ombrosa «città morta» occultata sotto un manto di fitto bosco, un insediamento allungato sulla cresta di un colle che alterna imponenti strutture costruite ad antri naturali e scavati, la malinconia delle rovine riconquistate dalla natura selvaggia. Vitozza medievale non appartiene alla “grande storia” ma piuttosto alle tipiche … Continua a leggere Il borgo rupestre di Vitozza

Appia antica. Passeggiata lungo il decimo e l’undicesimo miglio

Camminare sull’Appia antica, percorrendone il decimo e l’undicesimo miglio romani tra le Frattocchie e le Capanne di Marino, è oggi una esperienza solitaria e piacevole. Gli interventi del Parco hanno restituito a questo tratto di strada la sua dignità e l’aspetto originale. I monumenti e i sepolcri sono stati tabellati e liberati dalla soffocante coltre di rovi che li avvolgeva. Gli scavi archeologici hanno fatto … Continua a leggere Appia antica. Passeggiata lungo il decimo e l’undicesimo miglio

Venerdì Santo a Santiago de Compostela

È il Venerdì Santo. Lasciamo il Monte della Gioia (Monte do Gozo) e con decine di altri pellegrini percorriamo l’ultimo tratto del Camino che ci porta alla Catedral nel cuore della città di Santiago. Sarà una giornata speciale. Un improvviso rullare dei tamburi ci attira verso una strada vicina. La gente si affretta. Passa la processione. Più tardi una fanfara di trombe ci richiamerà verso un secondo corteo. E … Continua a leggere Venerdì Santo a Santiago de Compostela

I Buonomini di Firenze

Percorriamo le vie del centro urbano di Firenze alla ricerca di un piccolo scrigno del Quattrocento, un oratorio rinascimentale che reca l’impronta di Domenico Ghirlandaio e dei collaboratori della sua bottega negli affreschi datati 1478-81.  In questa sede si riuniva la benemerita compagnia dei Buonomini di San Martino. E le lunette affrescate all’interno celebrano le opere compiute e le altre attività istituzionali promosse dalla confraternita. … Continua a leggere I Buonomini di Firenze

Appia antica. Il Giardino dei Patriarchi

Un giardino veramente originale. Siamo entrati nella Villa dei Quintili, una delle attrazioni del Parco archeologico dell’Appia antica, per visitarvi gli imponenti ruderi imperiali. E a sorpresa vi abbiamo anche scoperto un’archeologia del tutto diversa: gli alberi più antichi di tutte le Regioni d’Italia riuniti in un unico giardino. Archeologia di pietra e archeologia vegetale.  I più vecchi testimoni della storia botanica italiana sono riuniti … Continua a leggere Appia antica. Il Giardino dei Patriarchi

Alpi Marittime. Al Passo di Sant’Anna di Vinadio (2308 m)

“Più vicini al cielo”. Lo slogan coniato dai fedeli di Sant’Anna, la madre della Madonna, per descrivere il loro Santuario è proprio azzeccato. Lo è nel suo significato di metafora religiosa. Ma lo è anche in senso geografico, poiché il Santuario di Sant’Anna di Vinadio è tra i santuari più alti d’Europa, a 2020 metri di altezza. Siamo nelle Alpi Marittime, sulla strada che da … Continua a leggere Alpi Marittime. Al Passo di Sant’Anna di Vinadio (2308 m)

Roviano. La valle dell’Aniene, il Museo della civiltà contadina e il monte Sant’Elia

Roviano è un paese della valle dell’Aniene, appartato (e verrebbe da dire isolato) su un colle, ma paradossalmente traversato da un bel fascio di vie di comunicazione, antiche e nuove. L’autostrada A24 Roma-L’Aquila letteralmente lo sorvola. La ferrovia Roma-Pescara ha la stazione in paese all’uscita della galleria che lo attraversa. Ai piedi del colle, lungo la valle, transitano la strada statale 5 ‘Tiburtina-Valeria’, la romana … Continua a leggere Roviano. La valle dell’Aniene, il Museo della civiltà contadina e il monte Sant’Elia

Appia antica. Sulle rive del fiume Almone nella valle della Caffarella

Il fiume di Roma? È il Tevere. Tutti lo sanno. Molti conoscono anche l’Aniene, il suo principale affluente. Ma chi conosce il fiume Almone? Beh, se proprio siete affascinati dall’idea di fare la sua conoscenza, ci farà compagnia in questa passeggiata. Seguiremo un originale ‘sentiero dell’acqua’ nella valle della Caffarella, l’area più frequentata del Parco dell’Appia antica.  A dargli il nome è un personaggio mitico … Continua a leggere Appia antica. Sulle rive del fiume Almone nella valle della Caffarella

Palombara Sabina. Un anello sulle pendici dei monti Lucretili

Palombara Sabina presidia a occidente il gruppo dei monti Lucretili e col caratteristico profilo del colle sul quale è insediata prefigura la piramide del monte Gennaro che la sovrasta. Oggi è un comune in crescita che ha visto raddoppiare la sua popolazione grazie alla capillare diffusione di case e ville nelle campagne. Ospita, tra l’altro, gli uffici del Parco regionale dei monti Lucretili.  L’escursione che … Continua a leggere Palombara Sabina. Un anello sulle pendici dei monti Lucretili