Naturno. La mandria di buoi e il santo sull’altalena

Antichissimi, addirittura pre-carolingi, affollati di particolari curiosi, controversi, appassionanti nell’interpretazione. Sono gli affreschi del settimo secolo che decorano l’interno della chiesa paleocristiana di San Procolo, a Naturno, in Val Venosta, Alto Adige. Procolo fu il quarto vescovo di Verona negli anni dal 260 al 304. All’epoca delle persecuzioni dell’imperatore Diocleziano contro i cristiani, Procolo “fu percosso con schiaffi e bastoni e fu scacciato dalla città”. … Continua a leggere Naturno. La mandria di buoi e il santo sull’altalena

I tratturi di Gravina in Puglia

Gravina in Puglia è uno degli snodi della rete dei tratturi pastorali che collegavano le masserie e le aree di pascolo a cavallo tra la Puglia e la Basilicata. A margine della città transitava il Regio Tratturo Melfi-Castellaneta, che proveniva dai pascoli estivi dei monti del Vulture e sfociava nella piana costiera del mar Jonio all’uscita delle gravine joniche. Il Regio Tratturo seguiva una direzione … Continua a leggere I tratturi di Gravina in Puglia

Gravina in Puglia. Le forme dell’architettura rupestre

La città delle grotte si sviluppa sugli spalti del vallone crepacciato che è poi all’origine del nome di Gravina in Puglia. L’habitat rupestre che caratterizza il versante orientale del canyon vive in simbiosi verticale con la soprastante città moderna, di cui costituisce le fondamenta, visibili nei rioni Piaggio e Fondovico e nelle grotte oggi trasformate in cantine e depositi. Sul versante opposto l’architettura rupestre, antica … Continua a leggere Gravina in Puglia. Le forme dell’architettura rupestre

Tre chiese rupestri di Gravina in Puglia

La città di Gravina in Puglia si affaccia su un habitat rupestre tra i più spettacolari d’Italia. Come nella vicina Matera, le chiese rupestri impongono il loro fascino ancestrale e con i loro affreschi bizantini attraggono i numerosi visitatori. Lungo un canyon tormentato, fitto di cipressi, scopriamo una spettacolare chiesa a cinque navate scavate nel tufo e dedicata a san Michele, un luogo di culto … Continua a leggere Tre chiese rupestri di Gravina in Puglia

Gravina in Puglia. Il paesaggio della pietra a secco

I dintorni di Gravina in Puglia sono un buon osservatorio sull’architettura spontanea che caratterizza il paesaggio agro-pastorale della Murgia. Una semplice passeggiata, neanche tanto lunga, ci consente di scoprire, tutte insieme, le capanne di pietra, i trulli, i muretti a secco, le cisterne, i campi terrazzati e le masserie che punteggiano il territorio di confine tra Puglia e Basilicata. Con buone scarpe ai piedi, dal … Continua a leggere Gravina in Puglia. Il paesaggio della pietra a secco

Müstair. Gli affreschi dell’abbazia benedettina

La bravissima guida che ci accompagna nella visita dell’abbazia di Müstair si scusa per il suo imperfetto italiano perché – ci confessa – la sua lingua madre è il Romancio. E ci spiega che il monastero (Claustra Son Jon, in romancio) fu fondato nientemeno che da Carlo Magno, nel 775, che volle così ringraziare la val Monastero per essere miracolosamente scampato a una tempesta di … Continua a leggere Müstair. Gli affreschi dell’abbazia benedettina

Per le antiche strade di Fossato di Vico

Questo borgo umbro sulla via Flaminia sembra essersi sdegnosamente appartato dalla modernità, stringendosi sul colle intorno alle sue case medievali, percorse da strette vie parallele, raccordate da scalinate e ripide salitelle. Vi arrivo a piedi, salendo dalla stazione ferroviaria. Le auto che incontro si contano sulle dita di una sola mano. Il paese è silenzioso ma abitato. Gli uffici comunali sono aperti e il servizio … Continua a leggere Per le antiche strade di Fossato di Vico