Le “caciare” della Montagna dei Fiori

La Montagna dei Fiori si trova al confine tra Abruzzo e Marche. La si sale abitualmente a partire dalla stazione sciistica di San Giacomo. La cima più alta è il monte Girella. Dai suoi 1814 metri di quota si ammira un magnifico panorama circolare che comprende la costa dell’Adriatico e i gruppi montuosi abruzzesi e marchigiani.

Gli appassionati di architettura spontanea troveranno sui pascoli montani numerose capanne di pietra a secco, di forma semisferica, dotate di una porticina e di una finestrella. Ogni pastore aveva la sua, in corrispondenza dello stazzo e del proprio pascolo. Veniva utilizzata per la lavorazione del latte e la produzione del formaggio (da cui il termine caciara), ma soprattutto come ricovero estivo d’emergenza per il pastore e per i cani o come deposito degli attrezzi di lavoro. Oggi i pastori che vivono in quota per il pascolo estivo delle greggi utilizzano rifugi o baracche. Le caciare restano però una testimonianza significativa della vita pastorale e il Parco nazionale del Gran Sasso ne ha curato la manutenzione e il restauro. Il sentiero ad anello che parte dalla stazione della funivia e collega la cresta del monte Piselli, il monte Girella, il lago Sbraccia e il Fosso del Vallone consente di visitare una decina di caciare.

Info: http://www.gransassolagapark.it/iti_dettaglio.php?id_iti=1595

IMG_4820

Advertisements
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria e contrassegnato come , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...