La città morta di Palazzolo

La necropoli dei Morticelli

La necropoli dei Morticelli

Vasanello, comune della Tuscia viterbese, ai visitatori che si fermano in piazza esibisce subito i suoi principali monumenti, allineati sullo stesso asse: la chiesa romanica di Santa Maria, il bel castello con quattro torri angolari, uno storico laboratorio di ceramica e la chiesa del Salvatore fiancheggiata da un magnifico campanile. Altrettanto interessante è la struttura urbana del suo centro storico, allungato su un cuneo di tufo tra due fossi. Una comoda passeggiata muove da Vasanello e in tre km conduce a Palazzolo un’area archeologica poco nota ma che combina un insediamento rupestre a un abitato alto-medievale e ad alcuni siti connessi. Superate le ultime case del paese la strada diventa sterrata e solitaria e procede tra i noccioleti e i vigneti, avvicinandosi al fosso del poggio Paradiso sorvegliato dalla “Torricella”. Con due tornanti in discesa la strada – qui cementata – raggiunge il fosso e lo supera su un ponte. Siamo nell’area archeologica di Palazzolo. Alcuni sentierini sulla destra salgono alle cavità allineate sul versante meridionale della rupe. Le grotte sono ben scavate, ampie e con un sistema di drenaggio delle acque. Risalendo la fascia rupestre lungo i sentieri sempre ben marcati s’incontrano delle belle “tagliate” che danno accesso alla cresta sommitale. La prima tagliata, la più piccola, dotata di gradini, porta in breve sulla destra alla sensazionale “grotta delle monache”, una cavità che con un percorso elicoidale in discesa conduce a un caratteristico “colombaio” affacciato a picco sul precipizio sottostante. La seconda tagliata, ben più marcata, consente di trasferirsi sull’opposto versante settentrionale della rupe e di scendere tra foltissima e selvaggia vegetazione nel fossato sottostante. Tornati sulla cresta si traversa un complesso “appartamento” rupestre, una suite di stanze, porte, colonne, nicchie, ripostigli e finestre. Al di là una terza “tagliata” apre la scena su un nuovo ambiente, sorvegliato da un muraglione e articolato su una successione di vani ipogei con diverse destinazioni funzionali. Tornati sulla strada conviene procedere in salita fino a un bivio dominato dalla svettante torre della chiesa fortificata di San Giovanni e dal recinto roccioso alla sua base. Tralasciando al bivio la strada di destra si prosegue ancora per alcuni minuti sulla strada in salita fino a toccare la piccola ma ben visibile necropoli dei “Morticelli”, su una terrazza a sinistra, alta sulla Valle Canale. Molto curiose sono le tombe antropomorfe, che riproducono nella roccia la forma della testa e del corpo del defunto. Curiosa è anche la tomba scavata sulla sommità della roccia a picco sul vallone. Se si torna a Palazzolo sulla via dell’andata, la passeggiata richiede complessivamente tre ore.

L’itinerario completo è su http://www.camminarenellastoria.it/index/rup_it_etr_4_Palazzolo.html

IMG_5676

Abitazione rupestre

Abitazione rupestre

La colombaia della grotta delle Monache

La colombaia della grotta delle Monache

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Escursioni e contrassegnato come , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...