Il Paradiso di Bastia Mondovì

L'incoronazione di Maria e il concerto degli angeli

L’incoronazione di Maria e il concerto degli angeli

La grande immagine del Paradiso nella chiesa di San Fiorenzo a Bastia Mondovì è la trascrizione dell’incipit del capitolo 21 dell’Apocalisse: «vidi la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. (…) E tergerà ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, né lutto, né lamento, né affanno, perché le cose di prima sono passate». Il Paradiso è immaginato come la città celeste dell’Apocalisse:  «la città è cinta da un grande e alto muro con dodici porte: sopra queste porte stanno dodici angeli». Se è vero che gli angeli presidiano le torri della città, nell’affresco di Bastia la porta è in realtà una sola ed è custodita da San Pietro. Questo particolare richiama un’altra immagine del Paradiso, quella del giardino dell’Eden, la cui porta d’accesso fu chiusa dopo la cacciata dei progenitori Adamo ed Eva colpevoli del peccato originale; sarà San Pietro a riaprirla usando le chiavi del regno dei cieli consegnategli da Gesù. All’interno delle mura, su una predella di legno chiaro, Maria, la madre di Dio assunta in cielo, viene incoronata per mano di Dio padre e del figlio Gesù. L’incoronazione si svolge nel tripudio dei serafini ed è accompagnata dalle musiche suonate da un’orchestra celeste. L’artista ha raffigurato in questa scena tutto il catalogo degli strumenti musicali del Quattrocento: le trombette, i tamburini, la ribeca, il liuto, l’arpa, la ghironda, il cembalo, l’organo e il salterio. La scena centrale è affiancata dai cori dei beati, organizzati in sei file ordinate.

http://www.camminarenellastoria.it/index/ald_it_Pi_CN_1_Bastia.html

Il Paradiso di Bastia Mondovì

Il Paradiso di Bastia Mondovì

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Arte e contrassegnato come , , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...