Clerici vagantes: «de culo Pilati»

4582519700_851cec362b_m

Nell’università medievale lo studente si sentiva membro a pieno titolo della propria Nazione, per quanto fosse eterogenea. É ovvio che ogni Nazione abbia delle buone ragioni per combattere con ardore le altre Nazioni, di preferenza le più vicine. Per i polacchi, i mazoviani hanno la caratteristica di essere nello stesso tempo sempliciotti e intriganti. Gli inglesi criticano i normanni frivoli e millantatori, i tedeschi furiosi e osceni, i borgognoni stupidi e collerici. A Parigi, secondo Giacomo di Vitry (1180-1240), i tedeschi sono detti ladri e lenoni, gli inglesi ubriaconi e codardi, i francesi (d’Ile-de-France) superbi ed effeminati, i bretoni volubili e indecisi, quelli di Poitiers traditori e ‘cortigiani della fortuna’, i borgognoni grossolani e sciocchi, i lombardi avari e maliziosi, i romani sediziosi e violenti, i siciliani tirannici e crudeli, i normanni fatui e orgogliosi, i fiamminghi prodighi ed epuloni, i brabantini incendiari e ladri. I tedeschi sono dipinti dai cechi come «lupi nell’arena, mosche nel piatto, serpenti sul petto e puttane nei bordelli». Per i boemi, i teutoni nascono «de culo Pilati» (occorre tradurre?), mentre essi stessi provengono «de corpore Christi». Tutta l’Europa viene così messa alla berlina dagli europei stessi. É inutile dire che ingiurie così gravi – dette in latino -, debitamente accompagnate da allusioni oscene alla madre dell’interessato, sarebbero state annegate nel sangue.

 

Citato da: Léo Moulin, La vita degli studenti nel Medioevo, Jaca Book, 1992

 

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria e contrassegnato come , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...