13. Le città dello sterminio

auschiwitz_auschwitz_1

 

Auschwitz è la più nota città di sterminio nel mondo. In simbiosi con la vicina Birkenau, alla periferia della città polacca di Oswiecim e ad un’ora di treno da Cracovia, Auschwitz è diventata il simbolo dell’Olocausto, del genocidio e del terrore, della violazione dei diritti umani primari, icona degli effetti del razzismo, della xenofobia, dello sciovinismo e dell’intolleranza. Il nome del campo è diventato un topos, il codice culturale interpretativo delle relazioni interpersonali degradate e negative, l’abisso della civiltà e della cultura contemporanee. Nell’Europa occupata i nazisti istituirono molti campi di concentramento. Sono tristemente noti i campi di Dachau, vicino Monaco di Baviera, Sachsenhausen, vicino Berlino, Terezin, il campo dei bambini in Boemia, e poi Belsen, Majdanek, Buchenwald, Ebensee, Flossenburg, Mauthausen, Ravensbrück. Ma Auschwitz è il più noto di tutti, per l’enorme numero delle sue vittime, la vastità della sua superficie, per i racconti dei suoi sopravvissuti. La vita nel lager era quanto di peggio potesse escogitare la bestialità umana: disciplina severissima con vigilanza spesso affidata a detenuti comuni, umiliazioni e sevizie sadiche, lavori pesanti, cibo insufficiente, condizioni igieniche pessime, diffusione di terribili malattie contagiose, esecuzioni di massa nelle camere a gas, cremazione nei forni, esperimenti su cavie umane. Ma l’inferno di Auschwitz assurge a simbolo tremendo anche di tutti gli inferni e i luoghi di morte che costellano la terra: Kalyva, le isole Solovki, i gulag, i campi di lavoro forzati delle purghe staliniane; Jerevan e il genocidio degli armeni; le fosse di Katyn; Kigali, capitale degli eccidi di massa del Ruanda; i campi di Pol Pot e dei khmer rossi cambogiani; gli eccidi di massa in Cina; l’inferno del Biafra; Srebrenica e Sarajevo…

 

 

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria e contrassegnato come , , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...