14. Le città “coventrizzate”

Warwickshire-Coventry-Cathedral-after-its-destruction-in-1940

Epifania dell’inferno urbano è il moncherino bruciato delle città sulle quali il biblico “angelo sterminatore” assume le tragiche forme alate degli aerei bombardieri. Hiroshima ne è la città corifeo. Fu obiettivo del primo attacco nucleare della storia il 6 agosto 1945. La bomba atomica sganciata dal bombardiere Enola Gay, con la sua inaudita violenza esplosiva, provocò centinaia di migliaia di vittime, tra morti, ustionati e contaminati dalle radiazioni. Tre abitazioni su quattro furono polverizzate. Nagasaki subì una replica terrificante alcuni giorni dopo. Il bombardamento aereo a tappeto, prevalentemente notturno, provoca l’indiscriminata distruzione di città e ha un obiettivo terroristico: distruggere le fonti di sussistenza, creare panico diffuso tra le popolazioni, produrre caos interno e stroncare la capacità di resistenza dei combattenti. La prima città vittima di un attacco aereo indiscriminato è la spagnola Guernica, distrutta nell’aprile 1937. Il bombardamento ispirò a Picasso uno dei suoi più celebri quadri. Coventry, città dell’Inghilterra centrale, polverizzata il 15 novembre 1940, è il simbolo dei bombardamenti distruttivi della seconda guerra mondiale. I mozziconi bruciati della vecchia cattedrale di San Michele ammoniscono oggi i turisti che ammirano l’ardita architettura di Basil Spence della nuova cattedrale. Per la cinica legge bellica del contrappasso le città tedesche di Dresda e Amburgo subirono spaventosi bombardamenti che ne sterminarono gli abitanti e distrussero i gioielli delle loro architetture del centro urbano. Ma l’immagine più simbolica del trionfo del demoniaco sul sacro, dell’infernalizzazione delle città, è l’insensata distruzione nel febbraio del 1944 della celebre abbazia di Montecassino eretta da Benedetto sul monte che sovrasta Cassino, l’antica Casinum, il fiume Rapido e le sorgenti del Gari.

 

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria e contrassegnato come , , , , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...