25 dicembre 1943 – Presepio vivente tra le macerie di Orsogna

È la sera del 25 dicembre 1943. Wilhelm (Willi) Weier, da Piazza del Mercato sta tornando al suo rifugio: la galleria ricavata tra i sotterranei delle case che dal numero civico 38 di Via San Giovanni va a sboccare al muraglione sud. Cammina cauto tra macerie e muri cadenti, quando all’improvviso è attratto da una luce tremolante proveniente da una delle due finestrelle al pianterreno della casa settecentesca, n. 21, caratterizzata da un’antica meridiana in sommità della facciata. Allo stupore e alla perplessità succedono il sospetto e il timore. Willi corre ad avvertire il tenente N. Finke e con questi ed altri commilitoni torna sul posto. Armi in pugno, battono il portone, penetrano nell’ingresso e, imboccata la scalinata a destra, scendono nel sotterraneo. Un’apparizione, “miracolo natalizio”, dirà ammaliato e commosso Finke. Nella stanza bassa, dalla volta e dalle pareti a mattoni scoperchiati, rischiarata da un lume ad olio, che pende dagli archi incrociati, e da due mozziconi di candele poste sul pavimento, appare il “presepe vivente”. Una giovane madre, accovacciata in un angolo, su un pagliericcio, strettamente avvolta da un’ampia sciarpa di lana, allatta un bimbo. Accanto, un uomo che si immagina il papà. La notizia dell’”apparizione” fa il giro del reggimento, la nascita del bambino fra le macerie di un paese fantasma, tormentato da continui bombardamenti aerei e da cannonate, suscita emozioni profonde in tutti, «anche fra quei paracadutisti più duri e scettici che a principio si rifiutavano di credere». Per tutta la sera e i due giorni seguenti, è un accorrere di soldati e ufficiali che, come in un pellegrinaggio religioso, recano doni d’ogni genere: alimenti, indumenti, pannolini, lenzuola di lino, coperte.

Fonte: Plinio Silverii, Carri armati sui nostri tratturi 1943-1944, Tinari, 2000

Itinerario “Orsogna città tratturo”: http://www.camminarenellastoria.it/index/trat_it_Ab_Orsogna.html

Carri armati sui nostri tratturi

(Linea Gustav 3)

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria e contrassegnato come , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...