I ricordi di Paolo Sanelli, pastore della Maiella

IMG_6167

Paolo Sanelli è un pastore/agricoltore di Decontra, una frazione di Caramanico, centro termale del Parco nazionale della Maiella. “Paolino” ha voluto raccontare i ricordi della sua lunga vita a Marco Manilla, che li ha raccolti ed elaborati. Il risultato è un gradevole libricino pubblicato dalle edizioni Menabò. I capitoli del libro ripercorrono episodi dell’infanzia, i racconti della seconda guerra mondiale, gli anni del dopoguerra, le storie delle pecore e dei lupi, i lavori nei campi, i lavori delle donne, il corteggiamento e il matrimonio, l’emigrazione in Inghilterra, la religione e la frequentazione degli eremi della Maiella, i rimedi della medicina popolare, l’alimentazione contadina. Ecco una piccola selezione di testi.

“Quando avevo dodici anni, mio fratello Antonio partì per il militare e così mi mandarono a pascolare le pecore. Avevamo cinquanta pecore e io mi divertivo a portarle sulla montagna. C’erano tanti pastorelli e pastorelle e ci incontravamo in montagna. Siccome i terreni erano coltivati sino a mille e trecento metri, le pecore le portavamo alle quote alte sui pascoli di Piana Grande, dove tutti noi pastorelli facevamo baldoria e giocavamo. Da aprile a giugno stavamo in montagna, e poi Piana Grande veniva occupata dai greggi che tornavano dalla transumanza. Era proprio uno spettacolo quando tornavano le greggi dalla transumanza ed era una bella festa. A quel momento noi pastorelli ci ritiravamo più in basso, vicino al paese o vicino al fiume Orfento”.

“Nei paesi si andava maggiormente a piedi o col somaro e qualcuno ci andava anche a cavallo. Le scarpe dovevano durare, anche perchè a quei tempi, maggiormente si camminava a piedi tutti i giorni che ha fatto Cristo. C’erano tante strade piccole, tutti percorsi dove ora non passa più nessuno, che non servono più: erano dei sentieri. Era bello camminare, in quei tempi, in un altro paese o in un altro posto, camminando a piedi, era come un viaggio e una bella avventura: non si pensava alla fatica, si camminava e si guardava la bella magia dei paesaggi. In questi percorsi, noi viaggiatori conoscevamo tutte le fontane, le sorgenti, gli alberi freschi con l’ombra buona, le chiesette ed i punti curiosi dove ci voleva tanta attenzione perché erano pericolosi. Ogni sentiero aveva una sua bella storia: li avevano tracciati i nostri nonni antichi”.

“La Maiella ci ha insegnato tante cose, a pascolare le greggi, le capre, le vacche, i cavalli e gli asini. Ci ha insegnato ad ascoltare tutti i rumori della natura che ci danno tanta gioia. La Maiella ci ha insegnato a visitare gli eremi, ci ha dato tanta legna e ce la darà per l’eternità. La Maiella ci ha insegnato a proteggere i fiori, le stelle alpine, gli uccelli e le rondini che sono dei gioielli”.

“Io adesso all’età di 74 anni sono un pensionato, i lavori in campagna non li farò più, per passare del tempo ho lasciato quindici pecore. La mia vita è stata un travaglio pascolando tanti anni le pecore e lavorando tanti anni in campagna, però non mi è mancato niente, neanche alla famiglia gli è mancato il pane. Ora i miei figli lavorano fuori, sono andati via da Decontra, ma Mario è tornato. Camillo vuole continuare il mestiere di suo padre, vuole fare l’agricoltore. Maggiormente lui è un maestro di sci di fondo e si arrampica alle rocce di Roccamorice. Lui conosce bene le tradizioni dei nostri nonni e dei nostri padri, conosce bene la valle dell’Orfento e pure la grotta di San Benedetto, che non la conosce nessuno. In questi anni vuole fare l’agriturismo, per la quale Decontra è proprio una bella contrada”.

Paolo Sanelli, I miei sogni sono stati tutti sulla Maiella, D’Abruzzo Libri Edizioni Menabò, Ortona, 2008, p.112

Paolo Sanelli, il cantore della Maiella: www.youtube.com/watch?v=ZF6SqdD9n_M

Agriturismo Pietrantica di Decontra: www.agripietrantica.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...