55 sentieri di pace – Itinerari sul fronte delle Dolomiti, Pasubio e Altipiani, Grappa

La Grande Guerra ha ridisegnato le vie di comunicazione su tutto il fronte alpino, presupposto per l’attuale sviluppo turistico. In questi luoghi, un tempo tenuti da uomini in armi, si incontrano oggi escursionisti che si sorridono e si salutano in italiano, tedesco, inglese, francese, sloveno, stupiti di fronte ai resti di opere imponenti che invitano a riflettere sui costi umani e materiali di quel conflitto … Continua a leggere 55 sentieri di pace – Itinerari sul fronte delle Dolomiti, Pasubio e Altipiani, Grappa

Grande Guerra: il Museo all’aperto del Monte Ermada sul Carso

Una passeggiata nel Museo all’aperto del Monte Ermada sulle alture del Carso ci dà l’opportunità di scoprire la linea difensiva austro-ungarica fortificata nel settembre del 1916 dopo la sesta battaglia dell’Isonzo. L’avanzata italiana aveva costretto l’esercito asburgico ad abbandonare le prime alture alle spalle di Monfalcone e ad attestarsi in questa zona del Carso triestino. Il Monte Ermada è “alto” 323 metri. Si tratta di … Continua a leggere Grande Guerra: il Museo all’aperto del Monte Ermada sul Carso

Linea Cadorna: il Picco della Vedetta

La Linea Cadorna individua sinteticamente il sistema di fortificazioni che il Generale Cadorna, capo di stato maggiore dell’esercito, fece costruire lungo tutto il confine italo-svizzero tra l’estate del 1915 e la primavera del 1918, durante la prima guerra mondiale. Era allora vivo il timore che le truppe austro-tedesche potessero aggirare le linee italiane transitando per la neutrale Svizzera e penetrando in Italia attraverso i valichi … Continua a leggere Linea Cadorna: il Picco della Vedetta

La trincea italiana di Davenino in Val Camonica

Propongo una facile passeggiata, per tutti, tra le memorie della Grande Guerra in Val Camonica (Lombardia, provincia di Brescia). La linea del fronte tra Italia e Austria correva più in alto, sul Passo del Tonale. Gli italiani avevano predisposto successive linee di difesa e di contenimento nel caso di un possibile sfondamento del fronte da parte delle truppe austro-ungariche. La trincea di Davenino costituiva la … Continua a leggere La trincea italiana di Davenino in Val Camonica

Pejo 1914-1918 – La guerra sulla porta

Pejo è un paese della provincia di Trento noto soprattutto per la sua acqua ferruginosa e per le sue terme. Una passeggiata in valle può concludersi con la visita molto consigliabile al locale Museo della Grande Guerra. L’esposizione di reperti bellici è ben contestualizzata e ricca di materiali forniti dai collezionisti locali e dai recuperanti sui ghiacciai d’alta quota del Piz Giumela, della Punta Cadini … Continua a leggere Pejo 1914-1918 – La guerra sulla porta

Memorie della Grande Guerra nella Conca del Presena

Il Passo Paradiso (o Passo del Monticello), come il sottostante Passo del Tonale, è oggi il confine amministrativo tra la Lombardia e la provincia di Trento e corrisponde al vecchio limite tra Regno italiano e Impero austro-ungarico. Tra il Passo Paradiso (2583 m) e l’Alveo del Presena (2160 m) si stende la dorsale dei Monticelli che costituì durante la Grande Guerra il bastione difensivo austriaco … Continua a leggere Memorie della Grande Guerra nella Conca del Presena

Il villaggio militare italiano della Grande Guerra nella conca del Montozzo

Il Passo del Tonale (1883 m) segna oggi il confine geografico tra la Lombardia e il Trentino e mette in comunicazione la Val Canonica con la Val di Sole. All’inizio della prima guerra mondiale era il confine tra il Regno d’Italia e l’Impero austro-ungarico, a cavallo tra i gruppi alpini dell’Ortles e dell’Adamello. Le truppe italiane s’insediarono nella conca di Montozzo, dov’è oggi il Rifugio … Continua a leggere Il villaggio militare italiano della Grande Guerra nella conca del Montozzo