Ridere dell’aldilà

L'Inferno dei golosi (Alassio, chiesa di Solva)

L’Inferno dei golosi (Alassio, chiesa di Solva)

Una risata vi seppellirà”. Lo slogan beffardo dei chiliasti sessantottini introduce opportunamente le note sul ridere della morte, dell’inferno e dell’aldilà. Se è vero che esiste l’angoscia da fine del mondo, è altrettanto vero che l’inferno è una potente arma satirica. Ridere non salva affatto dalla falce mortifera, ma almeno fa prendere la cosa con allegria. Del resto qualche arcigno teologo ha creduto di rivelare che il ridere fu mandato sulla terra dal diavolo. Il grottesco medievale si traduce in spauracchi comici, in spaventapasseri burloni, come nella storia della morte beffata dal’astuto contadino o del diavolo scornato. Il pauroso è vinto dal riso. C’è tutto un filone del teatro medievale che esprime la vittoria del riso sulla paura. Si tratta delle diableries, dei misteri medievali, delle visioni comiche dell’oltretomba. Qui il diavolo si trasforma da agente satanico in allegro compagnone, in sboccato goliarda. Il diavolo diventa la gioiosa incarnazione dei punti di vista non ufficiali, della santità alla rovescia, dell’umoralità ctonia contro l’ultraterreno esangue, del ‘basso’ materiale e corporeo contro la concezione ‘alta’ dell’ascesi spirituale, del Carnevale contro la Quaresima.

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Visioni dell'aldilà e contrassegnato come , , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...