La trincea italiana di Davenino in Val Camonica

Le finestre per i fucilieri

Le finestre per i fucilieri

Propongo una facile passeggiata, per tutti, tra le memorie della Grande Guerra in Val Camonica (Lombardia, provincia di Brescia). La linea del fronte tra Italia e Austria correva più in alto, sul Passo del Tonale. Gli italiani avevano predisposto successive linee di difesa e di contenimento nel caso di un possibile sfondamento del fronte da parte delle truppe austro-ungariche. La trincea di Davenino costituiva la terza delle linee arretrate del fronte e faceva parte dello sbarramento del Mortirolo. Il complesso fortificato sbarrava la valle nel suo punto più stretto, nella piana attorno al fiume Oglio e sui due costoni laterali, fino al monte Piazza da un lato e fino al Pianaccio e al Monte Pagano dall’altro lato. Lo sbarramento era formato da una lunga trincea protetta da due muri di granito e malta di calce con copertura in cemento. La trincea, alta due metri e larga uno, partiva dal villaggio di Davenino, scendeva fino alla strada statale, attraversava l’Oglio e risaliva sul versante opposto. Il tratto che è stato ripulito e restaurato è agevolmente percorribile e consente di farsi un’idea concreta della tecnica di difesa. Tutta la galleria è dotata di finestrelle a forma trapezoidale, disposte a intervalli di 50 centimetri nel muro rivolto verso Vezza d’Oglio. Dalle aperture, strette all’esterno e larghe all’interno, i fucilieri potevano fare fuoco e contrastare un’eventuale discesa austriaca lungo la Val Camonica. Nella parte alta si notano anche alcune postazioni per mitragliatrici.  Alla luce dell’andamento della guerra la trincea e la linea di difesa di Davenino non sono comunque mai state utilizzate.

L’itinerario

All’altezza del km 125 della statale 42 della Val Camonica s’imbocca il bivio segnalato per le case di Davenino e si segue, preferibilmente a piedi, la stretta stradina asfaltata che sale tra la fitta vegetazione alla frazione (1018 m). Dopo la fontana si segue una strada agricola che supera un piccolo rio e, dopo una deviazione sulla sinistra, raggiunge le opere murarie della trincea.

Lo scavo della trincea e le mura di protezione

Lo scavo della trincea e le mura di protezione

Il percorso della trincea

Il percorso della trincea

Advertisements
Questo articolo è stato pubblicato in Escursioni e contrassegnato come , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...