Francigena: da San Quirico d’Orcia a Bagno Vignoni

Camminiamo sulle sterrate della Francigena nell’incanto dei panorami della Val d’Orcia. San Quirico d’Orcia, nostro punto di partenza, propone lungo il percorso della Francigena (Via Dante Alighieri) le sue migliori attrazioni: la splendida collegiata dei Santi Quirico e Giuditta con i suoi portali romanici, il Palazzo Chigi progettato da Carlo Fontana, la chiesa di Santa Maria di Vitaleta, i giardini degli Horti Leonini a ridosso … Continua a leggere Francigena: da San Quirico d’Orcia a Bagno Vignoni

Francigena: dall’Abbadia a Isola a Monteriggioni

La Francigena toscana continua a proporre tappe di grande bellezza. Usciti da San Gimignano, si va verso Badia a Coneo, Gracciano e poi a Strove, con la sua bella pieve romanica. Il borgo di Abbadia a Isola, organizzato intorno all’abbazia cistercense di San Salvatore, emerge ancora oggi come un’isola tra i campi, così come si proponeva come luogo di sosta ai pellegrini in un’area un … Continua a leggere Francigena: dall’Abbadia a Isola a Monteriggioni

Francigena: da Fucecchio a San Miniato

L’emozione della giornata di cammino tra Fucecchio e San Miniato è certamente l’attraversamento del fiume Arno. Il ponte che collega Fucecchio alla sua frazione di San Pierino è l’erede moderno del Pons Vicicculi che in età medievale consentiva alla Francigena di attraversare il fiume. Il centro medievale di Fucecchio sul poggio Salamartano accoglie i principali monumenti civili e religiosi, accessibili con scenografiche scalinate. Per il … Continua a leggere Francigena: da Fucecchio a San Miniato

Francigena: Altopascio e il selciato di Galleno

Nella parte iniziale della tappa della Via Francigena toscana che collega Altopascio a San Miniato, ho percorso uno splendido tratto selciato, ancora intatto, dell’antica via. La sua fama è del resto testimoniata dalle memorie che pellegrini antichi e moderni hanno voluto lasciare e dalle opere degli attivi gruppi locali del volonatariato. Ma è innanzitutto Altopascio a meritare una visita attenta. Il suo grande ospedale medievale … Continua a leggere Francigena: Altopascio e il selciato di Galleno

La Via Francigena da Fidenza a Fornovo di Taro

Dopo aver attraversato la pianura Padana, la Via Francigena affronta a Fidenza la prima tappa collinare che la porterà a valicare l’Appennino. La tappa ha per meta Fornovo di Taro e si sviluppa su un percorso a piedi di 34 km. Volendo dedicare più tempo ai monumenti e ridurre la monotonia del lungo percorso a piedi, ho preferito utilizzare le stazioni di Fidenza, Felegara e Fornovo della linea ferroviaria Parma-La … Continua a leggere La Via Francigena da Fidenza a Fornovo di Taro

A Gabii, sull’antica Via Prenestina

La Via Prenestina collegava Roma all’antica città di Praeneste, l’odierna Palestrina. La Via usciva dalla Porta Esquilina e raggiungeva la Porta Maggiore; da qui si sviluppava secondo un tracciato ripetuto dalla via moderna fino alla città di Gabii, unica stazione intermedia situata al XII miglio, per poi giungere a Praeneste, posta alla distanza di 23 miglia da Roma. Proponiamo una breve passeggiata che ha il … Continua a leggere A Gabii, sull’antica Via Prenestina

Bressanone: vizi e virtù nel chiostro del Duomo

Bressanone (Brixen, in tedesco) è città dotta, austera, densa di memorie; è il capoluogo storico e artistico del comprensorio della Valle Isarco; fu fin dal Mille e per molti secoli soggetta alla dominazione ecclesiastica di un principe-vescovo. La sua cattedrale (Brixner Dom) risale al Duecento ma ci si presenta oggi in stile barocco. La maggiore attrazione è il vecchio chiostro (Alter Kreuzgang) adiacente al Duomo, … Continua a leggere Bressanone: vizi e virtù nel chiostro del Duomo