Con gli Alpini sui sentieri della storia – I luoghi della Grande Guerra

Con_gli_alpini_s_4d778f3e186ec

Dall’Ossola alla Carnia lungo tutto l’arco alpino e prealpino si estende la linea del fronte della Grande Guerra, uno dei più grandi musei a cielo aperto del mondo: trincee, camminamenti, cittadelle militari, casematte, ricoveri, gallerie che sono stati restaurati e resi praticabili dal lavoro decennale dei Gruppi dell’Associazione Nazionale Alpini.
 Camminare sui sentieri della storia con le Penne Nere in un emozionante viaggio nel tempo è l’obiettivo di questa guida storico turistica che contiene non solo informazioni utili per affrontare i percorsi tra montagne e vallate, ma anche notizie indispensabili su quanto avvenne in quei luoghi tra il 1915 e il 1918.
Il percorso della memoria inizia dalla Linea Cadorna, la gigantesca fortificazione che si estende lungo il confine italo svizzero, dall’Ossola alle Orobie e che rappresenta un interessante esempio di archeologia militare conservata quasi intatta; attraversa il Gruppo Ortles Cevedale e l’Adamello dove italiani e austriaci affrontarono una guerra durissima contro la natura prima ancora che contro le armi nemiche; e poi le Giudicarie e la cinta fortificata di Trento, l’Ortigara, il fronte dolomitico con i monti che furono teatro degli spettacolari e spaventosi combattimenti sulle vette. L’itinerario tocca quindi le Alpi Carniche, volta verso le rive del Piave e si conclude sul massiccio del Grappa che fu la base per la controffensiva che il 4 novembre 1918 portò l’Italia alla vittoria.

Indice

Linea Cadorna (Forte di Bara; Ridottine San Giuseppe di Cassano Valcuvia; Osservatorio Monte Colonna; Trincee e postazioni del Forte di Vallalta; Forte Sirpo, trincee di Brezze di Becero; Camminamenti dal Monte Orsa al Monte Pravello; Fortificazioni sul Monte Bissino; Monte Crocetta; Fortino del Monte Sasso; Bene Lario; Forte di Montecchio Nord)

Gruppo Ortles-Cevedale (Stelvio: Rese Basse dello Scorluzzo, Il cimitero militare più alto d’Europa, Strada dell’Ables; San Matteo: Vallumbrina; Adamello: Villaggio di Montozzo, Sentiero dei Fiori)

Giudicarie (Alto Bresciano: Monte Palosso, Monte Censo, Monte Stino, Monte Carone e area dei Fortini, Passo e Monte Nota; Monte Altissimo di Nago: Malga Zurez, Doss Alto, Doss Casina, Nagià Grom)

Cinta fortificata di Trento (Monte Celva; Maranza)

Prealpi Vicentine (Monte Pasubio: Strada delle Gallerie; Monte Ortigara: Cima Lozze, Canonica di Monte Ortigara, Vezzena)

Fronte dolomitico (Valle dei Mòcheni; Cauriol; Lagorai; Obelisco di Cima Bocche; Costabella: sentiero attrezzato Bepi Zac; Contrin: Rifugio Contrin: l’”Alpinopoli”; Marmolada: Serata, Forcella a Vu; Col di Lana: Ridotta La Marmora, Opere belliche sotterranee, Cima Lana; Tofane-Lagazuoi: Sass di Stria, Forte tra i Sassi, Gruppo del Lagazuoi, Cinque Torri, Vervei; Dolomiti di Sesto: Monte Cristallo, Fronte del Monte Piana; Cappella degli Eroi, Monte Popera)

Alpi Carniche (Pal Piccolo; Pal Grande; Freikofel)

Alpi Giulie (Plan de Spadovai; Monte Carso: Gran Monte, Monte San Michele, Isonzo Goriziano)

Il Piave (Alto Piave)

Monte Grappa (Monte Palon; Cima Grappa; Casara Andreon).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...