L’Appia antica a Terracina

L'Appia antica nel Foro Emiliano

L’Appia antica nel Foro Emiliano

L’Appia antica raggiungeva il territorio di Terracina all’altezza del Monte Leano. Era allora larga oltre 10 metri tra i marciapiedi e il piano stradale, lastricato con grandi basoli, ancora visibili. In città si divideva in due tracciati separati. Il più antico (detto Appia consolare) era il decumano massimo della città ed è stato in gran parte ricalcato dall’attuale Corso Garibaldi: seguendo l’orografia del luogo, superava Porta Maggio, risaliva in linea retta il declivio fino al Foro Emiliano, attraversava l’acropoli della città con un corso tortuoso, saliva sul Monte Sant’Angelo, proseguiva verso Piazza Palatina per poi scendere verso la piana di Fondi. Il secondo percorso, pianeggiante e più tardo, attraversava la città bassa per dirigersi verso il porto; superava poi il Pisco Montano grazie ad un grandioso taglio dello sperone roccioso e si ricongiungeva al tracciato consolare nei pressi del lago di Fondi.

L’itinerario

La passeggiata a piedi (o in auto) può iniziare a nord di Terracina, dal Santuario di Feronia, dove l’Appia moderna tocca le pendici di Monte Leano e una diramazione introduce all’Appia romana, in una zona di sorgenti. Si procede poi lungo l’Appia antica che, nonostante l’attuale stato di degrado, conserva ancora diversi tratti di basolato, numerosi monumenti sepolcrali e tracce dell’acquedotto del Fico. In seguito si percorre Via della Stazione e Via di Porta Romana per immettersi nel tratto urbano dell’Appia lungo il Corso Anita Garibaldi e raggiungendo il centro monumentale. Molto raccomandato è seguire il vecchio percorso dell’Appia antica (o il sentiero attrezzato) che sale al tempio di Giove Anxur; come pure scendere ad ammirare il taglio del Pisco Montano.

L'Arco sull'Appia antica all'ingresso del Foro

L’Arco sull’Appia antica all’ingresso del Foro

L'Acquedotto del Fico

L’Acquedotto del Fico

Salendo al Monte Sant'Angelo

Salendo al Monte Sant’Angelo

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Escursioni e contrassegnato come , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...