Francigena: la sosta di Radicòfani

Salendo sul colle di Radicofani

Salendo sul colle di Radicofani

Il profilo di Radicòfani, alto sulla sua rupe basaltica, domina a lungo il percorso della Francigena nella transizione tra Toscana e Lazio. Il suo nucleo originario (Callemala) è stato fin dal Mille un luogo strategicamente importante a presidio della Via Francigena. A piedi vi si arriva – faticosamente per la lunga salita – al termine della tappa iniziata a San Quirico d’Orcia. In compenso regala magnifici panorami quando l’indomani – questa volta in comoda discesa – la si lascia alla volta di Acquapendente e del Lazio. La cittadina mantiene ancora oggi il suo volto medievale e invita alla visita dei suoi monumenti: la chiesa romanica di san Pietro, il Palazzo Pretorio, la Rocca col museo della fortezza, il Teatro, la chiesa di Sant’Agata, la villa medicea della Posta, il Parco Comunale “Villa Isabella”. La notorietà di Radicofani è anche legata al personaggio di Ghino di Tacco, cui è dedicato un monumento: questo gentiluomo senese, ribelle ghibellino, s’impossessò della Rocca e «in quel dimorando chiunque per le circostanti parti passava, rubare faceva a’ suoi masnadieri» (Boccaccio); le sue leggendarie imprese sono ricordate anche da Dante «Quiv’era l’Aretin che da le braccia fiere di Ghin di Tacco ebbe la morte, e l’altro ch’annegò correndo in caccia» (Purgatorio 6,13-15).

La descrizione analitica del percorso di tappa è su: http://www.viefrancigene.org

L'abside della chiesa di San Pietro

L’abside della chiesa di San Pietro

La villa medicea della Posta

La villa medicea della Posta

La Rocca di Radicofani

La Rocca di Radicofani

Advertisements
Questo articolo è stato pubblicato in Arte, Escursioni e contrassegnato come , , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...