L’architettura spontanea in Abruzzo

DOC027

 

Le edizioni Menabò di Ortona hanno pubblicato un volume che esplora la multiforme architettura spontanea dell’Abruzzo con il contributo di selezionati specialisti e con un godibile corredo fotografico [L’architettura spontanea in Abruzzo, D’Abruzzo Libri Edizioni Menabò, Ortona, 2001, p. 144]. Marzia Morrone descrive i tholos, le capanne in pietra a secco della Maiella, gli eremi celestiniani e le grotte dell’altopiano delle Locce sul Gran Sasso. L’architetto Gianfranco Conti analizza il fenomeno collinare delle pinciaie, le case di terra cruda, costruite con l’argilla e la paglia. Lo storico aquilano Alessandro Clementi inquadra le Pagliare dell’altipiano delle Rocche negli eventi che si susseguono dal Medioevo a oggi. Gennaro Zecca e Pietro Cupido descrivono le macchine per la pesca costiera denominate trabocchi. La tesi che emerge dal volume è quella che l’architettura spontanea non sia un arcaismo ma che rappresenti una testimonianza di progresso culturale basato non tanto su materiali superati ma sulla sapienza delle tecniche di lavorazione. Le case di terra e le altre forme di edilizia spontanea non possono essere considerate costruzioni primitive ma frutto di un’integrazione istintiva fra necessità economiche, tradizioni tipologiche, tecnologie edilizie e sapienza ambientale legata alle necessità materiali.

Advertisements
Questo articolo è stato pubblicato in Escursioni e contrassegnato come , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...