Matera. Il villaggio rupestre nella valle della Loe

Prima di arenarsi serenamente nella piana di Montescaglioso la gravina di Matera ha un ultimo sussulto di wilderness alla confluenza del vallone della Loe. Gli spalti rocciosi che dominano la scena fluviale alternano il fitto scuro e selvaggio della macchia alla nuda roccia chiara strapiombante nel vuoto della gravina. Lo spettacolo che s’offre al Dante che voglia penetrare in quella selva oscura è impressionante: grandi … Continua a leggere Matera. Il villaggio rupestre nella valle della Loe

Matera. Il Villaggio Saraceno

Un’indimenticabile passeggiata nel Parco archeologico storico naturale delle chiese rupestri del Materano. La Gravina incide con un profondo solco calcareo questa zona della Basilicata, costeggia i Sassi di Matera e si allunga per venti chilometri fino a Montescaglioso. Il paesaggio rupestre è tra i più spettacolari d’Italia. Un canyon tormentato, desolato, aspro, un orrido apparentemente impraticabile, che nasconde tuttavia ricchezze naturalistiche e inaspettate testimonianze storiche … Continua a leggere Matera. Il Villaggio Saraceno

Matera. Le chiese rupestri della Murgecchia

La Murgecchia (piccola Murgia) è la porzione settentrionale del pianoro che sul versante orientale della gravina fronteggia i Sassi di Matera. Il vallone del torrente Jesce la separa dalla Murgia Timone. Il paesaggio della Murgecchia è complesso e comprende quattro ambienti caratteristici. Il primo è quello delle chiese e delle grotte, dell’habitat rupestre che crivella i bordi di questo autentico pianoro pensile. Il secondo ambiente … Continua a leggere Matera. Le chiese rupestri della Murgecchia

Matera. Il mondo rupestre della Murgia Timone

Se il versante occidentale della Gravina sul quale si aggrappa la città di Matera merita tutta la sua fama consacrata dal riconoscimento Unesco di «Patrimonio dell’Umanità», il versante orientale presenta invece il volto spoglio della «Waste Land» della Murgia. Sulle due sponde si fronteggiano due mondi opposti e complementari, il rupestre urbano, abitato e monumentale e il rupestre naturalistico, rurale e pastorale. Se i Sassi … Continua a leggere Matera. Il mondo rupestre della Murgia Timone

Le chiese rupestri di Matera

Le chiese scavate nella pietra, la loro architettura, i dipinti, che le decorano, hanno rappresentato un’attrazione irresistibile per tutti gli studiosi del mondo rupestre. Non a caso quando si è voluto tutelare l’ambiente originalissimo della Murgia di Matera la denominazione scelta è stata quella di “Parco archeologico storico naturale delle chiese rupestri del Materano”. Si conoscono più di 150 chiese rupestri localizzate a Matera e … Continua a leggere Le chiese rupestri di Matera

Matera. Come si viveva nelle case-grotta

Matera è il paradigma delle città rupestri. Studiandola dal di dentro e osservandola dalla Murgia di fronte se ne ricostruisce interamente la storia, dalla nascita al collasso. La prima fase è quella della canalizzazione delle acque nelle cisterne per l’irrigazione degli orti pensili. Nella seconda fase si scavano le stalle per il ricovero degli animali, le grotte-cantina per la raccolta degli attrezzi e dei frutti … Continua a leggere Matera. Come si viveva nelle case-grotta

Battistero di Parma. Il portale del Redentore

Il Battistero di Parma, gloria della città e opera celeberrima di Benedetto Antelami, risale al 1196. In grande evidenza sono la sua struttura ottagonale in marmo rosa, il fregio decorato con animali simbolici e fantastici e i tre portali scolpiti dal maestro. Il portare nord, rivolto verso Piazza Duomo, è dedicato alla Vergine, raffigurata al centro della lunetta; il portale ovest, dedicato al Redentore, mostra … Continua a leggere Battistero di Parma. Il portale del Redentore