Linea Gustav. Le posizioni tedesche su Monte Cairo

Monte Cairo appare come una montagna isolata, ripida e slanciata, che si solleva dalla pianura con un balzo che raggiunge la cima, su una cresta allungata e orizzontale, a 1669 metri. Verso sud protende la sua cresta di colli, teatro delle battaglie di Cassino, compresi tra i paesi di Villa Santa Lucia e Caira, che si arrestano bruscamente sullo sperone di Montecassino, dove la ricostruita … Continua a leggere Linea Gustav. Le posizioni tedesche su Monte Cairo

La seconda vita del Bunker

Nelle pagine del quotidiano “Avvenire” (sabato 14 marzo 2015) Diego Andreatta segnala il caso di una base Nato dismessa e trasformata in Museo della Guerra Fredda. Il caso riguarda il Trentino ma fa scuola, perché aumenta il numero delle strutture militari riconvertite a usi turistici o commerciali. Per chi ama “camminare nella storia” si svelano così nuove opportunità. Riporto qui alcuni stralci dell’articolo di Andreatta. … Continua a leggere La seconda vita del Bunker

Il mito di Efesto e Atena

  Il Museo degli scavi archeologici di Ostia antica espone un curioso e lungo fregio figurato in marmo lunense, che racconta il mito dello sfortunato Efesto, intrecciato a quello di Atena. È la deliziosa strip di un fumetto che risale al secondo secolo dopo Cristo e che si legge da destra a sinistra. Il fregio esalta l’ascendente di Atene sul mondo latino e celebra Efesto … Continua a leggere Il mito di Efesto e Atena

La Via Francigena da Bitonto a Bari

La Via Francigena del Sud, che da Roma scendeva verso i porti pugliesi d’imbarco per la Terrasanta, seguiva l’antica Via Appia Traiana romana. La Traiana entrava a Bitonto attraverso Porta Robustina e all’altezza della Cattedrale si biforcava in due tronconi: il primo, attraversando Porta Baresana, proseguiva verso la costa giungendo a Bari; l’altro passava da Porta Maia, raggiungendo Modugno e Ceglie del Campo. Il percorso … Continua a leggere La Via Francigena da Bitonto a Bari

Il turismo di massa all’assalto dei luoghi della memoria

La visita ai campi di battaglia e ai siti della storia è un’esperienza pedagogica vissuta attraverso il viaggio, una forma di coscientizzazione storica del turista. E il turismo della memoria è un turismo etico, fondato su una morale civile, e come tale soggetto a tutti i rischi e le derive delle manipolazioni e dei revisionismi storici. Non si deve tuttavia pensare che il turismo della … Continua a leggere Il turismo di massa all’assalto dei luoghi della memoria

L’Acquedotto Pugliese. Camminare sull’acqua

Il percorso sotterraneo dell’Acquedotto pugliese offre lo spunto per originali escursioni a piedi o in bicicletta. Dove il tracciato superficiale lo consente è possibile creare percorsi – brevi o lunghi – che collegano i centri più belli della Puglia lungo l’asse principale di adduzione che sfrutta le ricche sorgenti dell’Irpinia e scende lungo la terra di Bari e il Salento, con una diramazione importante verso … Continua a leggere L’Acquedotto Pugliese. Camminare sull’acqua

Venezia. L’idrografia infernale di Tintoretto

A Venezia, nel sestiere di Cannaregio, in prossimità della suggestiva laguna di settentrione, sorge la chiesa di San Cristoforo, detta della Madonna dell’Orto. Essa è sede di una grande tela del Tintoretto dipinta nel 1562 e dedicata al Giudizio universale. Questa tela è un unicum nella rappresentazione del Giudizio. Il fuoco dell’Inferno qui non esiste. Al suo posto c’è un fiume d’acqua che rompe gli … Continua a leggere Venezia. L’idrografia infernale di Tintoretto