L’Acquedotto Pugliese. Camminare sull’acqua

Cippo segnalatore della condotta sotterranea dell'Acquedotto Pugliese

Cippo segnalatore della condotta sotterranea dell’Acquedotto Pugliese

Il percorso sotterraneo dell’Acquedotto pugliese offre lo spunto per originali escursioni a piedi o in bicicletta. Dove il tracciato superficiale lo consente è possibile creare percorsi – brevi o lunghi – che collegano i centri più belli della Puglia lungo l’asse principale di adduzione che sfrutta le ricche sorgenti dell’Irpinia e scende lungo la terra di Bari e il Salento, con una diramazione importante verso la Daunia.

Le vie dell’acqua

La traccia dell'Acquedotto Pugliese nel Bosco Finizio a Castel del Monte

La traccia dell’Acquedotto Pugliese nel Bosco Finizio a Castel del Monte

Il “fiume nascosto” che attraversa i diversi ambienti del paesaggio pugliese è fruibile, grazie ad un progetto finanziato dalla Regione Puglia e realizzato dall’Acquedotto Pugliese, per passeggiate a piedi e in bicicletta. Un progetto che sostiene un turismo diverso, eco-sostenibile e rispettoso della storia e dei luoghi interessati. Il tracciato, secondo percorso ciclabile europeo su acquedotto, è parte dell’Itinerario ciclabile nazionale n. 11 (ciclovia degli Appennini) della rete Bicitalia. I lavori, in particolare, hanno interessato il tratto compreso tra Cisternino e Ceglie Messapica, per un totale di circa 10 chilometri, e rappresentano il primo stralcio di un grande sistema della ciclovia dell’Acquedotto di oltre 250 Km, inserita nel piano della rete ciclabile regionale pugliese. L’intervento ha riguardato la strada di servizio dell’Acquedotto Pugliese da Figazzano, contrada del comune di Cisternino, in corrispondenza dell’incrocio sulla Via dei Trulli e fino all’incrocio della SP 3bis Martina Franca – Ceglie Messapica nel comune di Ceglie Messapica. Numerosi altri itinerari sono stati studiati e proposti dalle guide turistiche nazionali (come il “Giro in Italia” del Touring Club e “Greenways in Italia” di Alleanza Assicurazioni e De Agostini) e dalle associazioni escursionistiche locali.

La storia

L'acquedotto raggiunge Bari (Duilio Cambellotti)

L’acquedotto raggiunge Bari (Duilio Cambellotti)

Con i suoi 21.000 chilometri di percorso reticolare, pari a trenta volte la lunghezza del Po, l’Acquedotto Pugliese è oggi fra le più imponenti opere d’ingegneria idraulica del mondo. Il canale principale – lungo 244 chilometri – parte dalle sorgenti della Sanità di Caposele (AV) e termina nei pressi di Montefellone, nell’agro di Martina Franca (TA). Iniziata nel 1906, la costruzione del canale principale impiegherà più di dieci anni per la sua ultimazione. Esso procede in galleria per lunghi tratti, interrotti da attraversamenti in trincea o in ponti canale, come la famosa galleria Pavoncelli che unisce la valle del Sele a quella dell’Ofanto. Tra i passaggi più impervi, quelli di Vallecamere, Santamaria dei Santi, Toppo Pescione: nomi difficili da ricordare, quasi impossibili da rintracciare nelle carte, oggi come allora. Territori sconosciuti all’uomo e dominati dalla flora selvatica. Cento cantieri aperti lungo il tracciato, 22 mila operai impiegati, sessanta ingegneri, oltre quattrocento tecnici. Trenta depositi di dinamite per vincere le montagne. Dal massiccio del Cervialto a Santa Maria di Leuca, l’acqua sprofonda in gallerie per 97 chilometri, corre in trincee per 103, si solleva su ponti per otto chilometri e mezzo, scende e risale nei sifoni per più di sette.

Gli impianti visitabili

L'acquedotto raggiunge Lucera (Duilio Cambellotti)

L’acquedotto raggiunge Lucera (Duilio Cambellotti)

Gli appassionati potranno visitare i siti più importanti dell’Acquedotto Pugliese: le sorgenti Sanità di Caposele e il gruppo sorgentizio di Cassano Irpino; i potabilizzatori dei bacini artificiali del Pertusillo, del Fortore, del Sinni e del Locone; l’impianto di sollevamento di Parco del Marchese nell’agro di Laterza, la centrale idroelettrica di Battaglia nell’agro di Villa Castelli di Brindisi; la cascata monumentale di Santa Maria di Leuca, punto terminale del sistema idrico pugliese.

Il Palazzo dell’acqua a Bari

L'acquedotto in vista di Castel del Monte (Duilio Cambellotti)

L’acquedotto in vista di Castel del Monte (Duilio Cambellotti)

Il Palazzo, sede storica dell’Acquedotto Pugliese e realizzato tra il 1925 e il 1935, s’ispira allo stile romanico pugliese di transizione e s’inserisce nel contesto architettonico di una Bari che si proietta nella modernità. É decorato e arredato sul tema dell’acqua da Duilio Cambellotti, l’artista romano che ne ha curato il disegno architettonico, la decorazione pittorica, i pavimenti, gli arredi, l’illuminazione, i tappeti e le maniglie per gli ambienti di rappresentanza.

La rete di distribuzione dell'Acquedotto Pugliese (Duilio Cambellotti)

La rete di distribuzione dell’Acquedotto Pugliese (Duilio Cambellotti)

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Arte, Escursioni e contrassegnato come , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

3 thoughts on “L’Acquedotto Pugliese. Camminare sull’acqua

    • Grazie! Per chi vive a Roma la Puglia non è proprio vicinissima, ma ho voluto percorrerne molti itinerari, tutte le volte che ho potuto. Snobbata dagli alpinisti, la Puglia è invece un paradiso escursionistico. Fatela conoscere meglio! Io ci ho provato, sia nel sito che nel blog… Ci tornerò a luglio.
      Carlo Finocchietti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...