Le Pagliare di Opi

Siamo a Opi, nel Parco nazionale d’Abruzzo, sul percorso del Regio Tratturo Pescasseroli-Candela, là dove il fiume Sangro s’infila nella Foce, la prima delle gole che incontrerà nel suo percorso. Ai piedi del borgo di Opi si distende l’insediamento delle Pagliare. In Abruzzo il termine pagliare definisce quei villaggi agro-pastorali di montagna che accolgono d’estate i pastori-agricoltori provenienti dai paesi di fondovalle: le pagliare sorgono … Continua a leggere Le Pagliare di Opi

Passeggiata archeologica sui pianori dell’Acquarossa

La Tuscia è un immenso giacimento archeologico. Rovistare sotto terra alla ricerca di tesori nascosti è una passione diffusa. Hanno cominciato a farlo occultamente i tombaroli. Ma poi sono arrivati gli archeologi delle Soprintendenze, le missioni archeologiche estere, i ricercatori dei beni culturali delle Università. Ed è grazie al loro lavoro che gli escursionisti curiosi possono visitare oggi antiche testimonianze del mondo etrusco, romano e … Continua a leggere Passeggiata archeologica sui pianori dell’Acquarossa

Il borgo antico di Celleno

Non è difficile arrivare a Celleno. Si trova nella Tuscia, lungo l’ondulata Via Teverina che congiunge Viterbo a Bagnoregio. Il vero problema, però, non è sapere dove si trovi e come ci si arrivi ma, semmai, ‘perché’ visitarlo. Il nucleo medievale di Celleno antico è un borgo abbandonato. E per andarci occorre dunque possedere un po’ di curiosità e passione per le ghost town, le ‘belle … Continua a leggere Il borgo antico di Celleno

Venezia. Le visioni escatologiche nella basilica di San Marco

La Basilica di San Marco è la cattedrale di Venezia e la sede del Patriarca. L’immagine della piazza, del campanile, della sua facciata con le cupole sullo sfondo è una delle ‘cartoline’ più fotografate in Italia. Nel principale monumento della città, autentica enciclopedia d’arte cristiana, proponiamo un tour a soggetto, dedicato alle immagini dell’aldilà.  Il Giudizio finale sulla facciata Il primo incontro con l’escatologia cristiana … Continua a leggere Venezia. Le visioni escatologiche nella basilica di San Marco

Sperone, borgo terremotato della Marsica

Cent’anni fa, il 13 gennaio 1915, alle 7 e 52 del mattino, uno spaventoso terremoto sconvolse il Fucino e l’area della Marsica, nell’Abruzzo aquilano. I morti sepolti sotto le macerie furono circa trentamila. Crollarono gli edifici di Avezzano e di cinquanta paesi e frazioni. Ignazio Silone, che nella catastrofe perse tutta la sua famiglia, lo descrisse così: «S’è fatta d’improvviso una fitta nebbia. I soffitti … Continua a leggere Sperone, borgo terremotato della Marsica

Lettomanoppello. Un monumento al pastore

Monumenti dedicati ai pastori sorgono in diverse località italiane ed estere. Il paese che erige questi monumenti come segni della propria identità vuole testimoniare pubblicamente almeno tre elementi: il legame storico tra la comunità del paese e la pastorizia, il contributo economico che la pastorizia ha apportato allo sviluppo del paese, la riconoscenza della generazione di oggi alle fatiche dei padri e degli antenati. I … Continua a leggere Lettomanoppello. Un monumento al pastore

Ostia. L’antica Via Severiana e la Villa di Plinio

È una delle passeggiate più belle e riposanti che i dintorni di Roma riescono a offrire agli amanti della storia e della natura. Siamo sul mare di Ostia, il Lido di Roma. Si cammina in piano, nel folto della pineta di Castel Fusano, protetta dalla Riserva naturale statale del Litorale Romano. Ci fanno da guida i basoli di pietra della Via Severiana, l’antica strada litoranea … Continua a leggere Ostia. L’antica Via Severiana e la Villa di Plinio