Pisa. Il Trionfo della morte

Il Campo dei Miracoli a Pisa, la Torre pendente, la Cattedrale e il Battistero, fanno da sfondo a una delle ‘cartoline’ italiane più celebri e sono un’immagine arcinota, fotografata da milioni di turisti. Eppure giungervi ancora una volta, in un giorno di sole, sbucandovi all’improvviso da una delle stradine dell’Arcivescovado, dà ancora i brividi, un’emozione fisica e mentale. Dalle viuzze inumidite dall’Arno al tepore solare … Continua a leggere Pisa. Il Trionfo della morte

Sul Regio Tratturo: da Motta Montecorvino alla Crocella di Motta

I due Tratturi “Castel di Sangro – Lucera” e “Pescasseroli – Candela” raccoglievano le greggi transumanti provenienti dall’ampio bacino dei Monti Marsicani e le convogliavano verso i pascoli invernali del Tavoliere, in direzione rispettivamente delle locazioni orientali (Lucera) e occidentali (Candela). L’otto maggio, ricorrenza dell’apparizione dell’arcangelo Michele nella grotta del Gargano, le greggi riprendevano la strada verso i freschi pascoli estivi dell’Abruzzo montano. Lasciata l’assolata … Continua a leggere Sul Regio Tratturo: da Motta Montecorvino alla Crocella di Motta

Gargano. Le pietre dei pastori su Monte Calvo

La natura del Gargano ha molte facce. C’è l’area più interna, coperta dai boschi di faggi e pini della Foresta Umbra, residuo della primigenia selva del promontorio. C’è il Gargano costiero, ammantato di pini e di lecci, alternati alle coltivazioni di mandorli, aranci e ulivi. C’è poi il volto che ammalia i turisti, quello dei laghi costieri, delle isole Tremiti, delle falesie e delle calette … Continua a leggere Gargano. Le pietre dei pastori su Monte Calvo

Firenze. La visione dell’Aldilà di Nardo di Cione

La chiesa domenicana di Santa Maria Novella è un’enciclopedia visiva dell’arte fiorentina. Il Crocefisso dipinto da Giotto, la croce lignea scolpita dal Brunelleschi e la Trinità di Masaccio sono solo gli alfieri più noti d’innumerevoli altri capolavori di pittura e di scultura, celati dietro la meravigliosa facciata realizzata da Leon Battista Alberti. Un percorso unitario di visita consente di apprezzare la successione delle cappelle (la … Continua a leggere Firenze. La visione dell’Aldilà di Nardo di Cione

Terremoto della Marsica. Il borgo di Morino Vecchio in Val Roveto

Cent’anni fa, il 13 gennaio 1915, un rovinoso terremoto sconvolse il Fucino e l’area della Marsica, nell’Abruzzo aquilano e provocò oltre trentamila morti. Caddero anche i paesi della Valle Roveto. Quei terribili momenti sono stati così rievocati in uno spettacolo teatrale a Morino: “Quando una mattina presto, quando tutti / o la maggior parte stavano a dormire / E qualcuno si stava vestendo / E … Continua a leggere Terremoto della Marsica. Il borgo di Morino Vecchio in Val Roveto

Il tratturo da Barrea ad Alfedena

A Barrea il Regio Tratturo Pescasseroli-Candela abbandona il territorio protetto del Parco nazionale d’Abruzzo e scende verso Alfedena per poi proseguire nel Molise. Il fiume Sangro si è già accomiatato, inabissandosi nella Foce di Barrea dopo essere stato trattenuto dalla diga dell’Enel e aver alimentato il lago artificiale. Ma non bisogna aver fretta di partire. Barrea merita tutto il tempo di una visita accurata e … Continua a leggere Il tratturo da Barrea ad Alfedena

Venezia. Quattro icone dell’Istituto Ellenico

Venezia ha accolto nei secoli una folta colonia di greci, formata da mercanti e da esuli che fuggivano dalla minaccia turca, in particolare dopo la caduta di Costantinopoli. Nel 1498 fu fondata la Confraternita dei Greci Ortodossi (o Nazion Greca) che avrebbe avuto come patrono San Nicolò. Oggi l’antica sede veneziana della Confraternita ospita l’Istituto Ellenico di Studi Bizantini e Postbizantini, frequentato da ricercatori greci … Continua a leggere Venezia. Quattro icone dell’Istituto Ellenico