Via Francigena: da Pontremoli alla Pieve di Sorano

1

Siamo in Toscana, in Lunigiana. Pontremoli fu storicamente importante per la sua posizione strategica, ai piedi dell’Appennino, in un lembo di Toscana tra Liguria ed Emilia, alla confluenza del torrente Verde nel fiume Magra. Le cronache riferiscono che l’imperatore Enrico V, durante la sua discesa a Roma, nel 1110, dovette espugnare Pontremoli che gli sbarrava il transito: inde castra movens Appenninum trascendit, oppidumque, quod Pons Tremulus vocatur, natura locorum et altissimis turribus munitum, transitus prohibens, expugnavit et coepit. Il valore strategico di Pontremoli viene messo in risalto anche da Federico II che in una lettera del 1247, diretta al figlio Re Enzo di Sardegna, descrive Pontremoli come unica “chiave e porta” (clavis et ianua) per accedere alla Toscana. La Via Francigena attraversa tutto il borgo vecchio di Pontremoli, citato come XXXI tappa nell’itinerario di Sigerico.

Il borgo vecchio di Pontremoli visto dal castello

Il borgo vecchio di Pontremoli visto dal castello

Il borgo medievale, sviluppato tra due fiumi su un unico asse viario da Porta Parma a Porta Fiorentina, attrezzato per accogliere mercanti e pellegrini e munito di imponenti strutture difensive, è dominato dal Castello del Piagnaro.

Il Castello del Piagnaro

Il Castello del Piagnaro

Sorto attorno al X secolo per controllare il sistema viario e proteggere l’abitato, il Castello del Piagnaro è stato più volte distrutto, ricostruito, ampliato. Lo si raggiunge risalendo le ripide stradine del “sommo borgo”.

Le stele scoperte a Groppoli

Le stele scoperte a Groppoli

Il Castello ospita dal 1975 il Museo delle Statue Stele Lunigianesi, sculture antropomorfe in pietra arenaria innalzate a partire dal terzo millennio avanti Cristo dalle popolazioni che abitavano anticamente la Lunigiana.

Il ponte di San Francesco

Il ponte di San Francesco

Scendendo dal Castello del Piagnaro si accede alla porta e al ponte di S. Francesco di sopra: il ponte romanico ha origini antiche, è stato più volte ristrutturato a causa delle piene subite, mantenendo però l’originale costruzione trecentesca. È il primo dei numerosi e caratteristici ponti che valicano il Verde e la Magra.

La chiesa di San Giacomo

La chiesa di San Giacomo

La chiesa di San Giacomo d’Altopascio era nel Medioevo hospitale dei Cavalieri del Tau d’Altopascio. Questa struttura di accoglienza garantiva un ricovero ai pellegrini, mercanti e viandanti che sostavano a Pontremoli percorrendo la Via Francigena.

Il labirinto di Pontremoli

Il labirinto di Pontremoli

All’estremità del borgo si trova la chiesa di S. Pietro, al cui interno è conservato il bassorilievo del labirinto dell’XI-XII secolo scolpito in arenaria, simbolo del cammino spirituale del pellegrino.

La chiesa di San Lazzaro

La chiesa di San Lazzaro

All’uscita di Pontremoli sorge la chiesa di San Lazzaro, costruita lungo la Francigena nei pressi di un ospizio denominato Groppus de Tabernula. La dedicazione a San Lazzaro deriva dalla sua vicinanza con l’antico Lazzaretto comunale.

La chiesa dell'Annunziata

La chiesa dell’Annunziata

Proseguendo sulla Francigena, si visita il complesso architettonico quattrocentesco dell’Annunziata che ricalca la tipologia dei “borghi-strada”. La chiesa custodisce un tempietto ottagonale in marmo. I due chiostri contigui ospitano una sezione dell’archivio di Stato.

L'Oratorio dei santi Rocco e Bernardo a Ponticello

L’Oratorio dei santi Rocco e Bernardo a Ponticello

Si raggiunge l’Oratorio dei Santi Rocco e Bernardo e si traversa il borgo medievale di Ponticello risalente al Tre-Quattrocento, caratterizzato da archi a sesto acuto, a tutto tondo e a botte, che collegano vie e abitazioni; all’interno vi è una casa torre risalente al X-XII secolo.

L'area naturale protetta del fiume Magra a Filattiera

L’area naturale protetta del fiume Magra a Filattiera

Attraversati il ponte sul torrente Caprio e la successiva fascia di bosco, si scende a Migliarina. Al di là si entra in una piacevole zona rurale oggi protetta dalla riserva naturale del fiume Magra.

Punto di monitoraggio del turismo itinerante sulla Via Francigena

Punto di monitoraggio del turismo itinerante sulla Via Francigena

Un incontro inaspettato, in aperta campagna, è il punto di censimento dei neo-pellegrini. Si è invitati a compilare un questionario nel quadro del progetto dell’Università di Firenze e della Regione Toscana “Studio e monitoraggio del turismo itinerante legato al percorso della Via Francigena”.

La Pieve di Sorano

La Pieve di Sorano

Si raggiunge infine la bellissima Pieve di Sorano, millenario gioiello del romanico in Lunigiana. La chiesa è costruita con i ciottoli del fiume Magra e sorge all’interno del recinto del cimitero di Filattiera, a fianco della Via Francigena.

Pannello informativo del Parco dell'Appennino tosco-emiliano

Pannello informativo del Parco dell’Appennino tosco-emiliano

Un vicino edificio è utilizzato come ufficio d’informazione del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano. Tutta l’area della pieve è un punto di sosta e d’informazione sulle risorse del territorio e sugli itinerari di visita della Lunigiana.

Advertisements
Questo articolo è stato pubblicato in Arte, Escursioni, Sentieri dello spirito e contrassegnato come , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...