Grande Guerra. Il Forte Venini al Dossaccio di Oga

Il modellino del Forte

Il modellino del Forte

Il Forte di Oga in alta Valtellina è una delle più interessanti e meglio conservate fortificazioni italiane della Grande Guerra. La sua visita si rivela molto appagante grazie ai numerosi motivi d’interesse che lo fanno apprezzare nonostante la “freddezza” tipica di queste architetture militari. Si trova sul Dossaccio di Oga (1740 m), una località che sovrasta la città di Bormio. Le sue artiglierie dovevano essere in grado di difendere la strada dello Stelvio e di battere gli obiettivi austriaci sul Foscagno, sullo Scorluzzo, sulle Torri di Fraele, sullo Stelvio e la Valfurva.

I reticolati esterni

I reticolati esterni

Il Forte fu così attrezzato con quattro cannoni che avevano una gittata di 13 chilometri e che erano in grado di ruotare e orientarsi verso gli obiettivi di tutto il fronte, con notevole efficacia non tanto offensiva quanto d’interdizione. Data comunque la marginalità di questo settore bellico, il fuoco verso i forti austriaci di Gomagoi e Trafoi fu però condizionato da un lato dall’alto tasso di usura delle bocche di fuoco e da un altro dal rischio di colpire il vicino territorio della neutrale Svizzera ed evitare possibili incidenti diplomatici.

Il Vallo

Il Vallo

Nel 1938 il forte fu intestato al valtellinese capitano Venini, medaglia d’oro al valor militare. Smantellato e abbandonato alla fine degli anni Cinquanta, il forte è stato di recente restaurato e aperto al pubblico. L’ottima mostra fotografica sulla prima guerra mondiale e le nuove dotazioni museali, combinate con la vicina riserva naturale del Paluaccio, ne fanno un buon attrattore turistico.

I cavalli di frisia

I cavalli di frisia

Si accede al Forte grazie alla strada che in 8 km sale da Bormio a Oga e raggiunge il parcheggio. Superato un ponte e lasciata a sinistra la riserva naturale, si sale alla casermetta dei servizi e all’area fortificata. Il suggerimento è quello di percorrere subito il “sentiero della sentinella”, un anello intorno al forte e alle sue difese passive: l’ampio spiegamento di reticolati di filo spinato, con punte di ferro disposte ‘a ragno’, è ancora ben conservato e rendeva complicato l’avvicinamento al perimetro del vallo di difesa esterna.

Mitragliatore

Mitragliatore

Entrati nel forte conviene completare l’osservazione delle difese passive, articolate sul muraglione di cinta, sul profondo fossato e sulla distesa di minacciosi cavalli di Frisia con le punte di ferro rivolte verso l’alto. Attraverso un portale ad arco si entra direttamente nei locali del corpo di guardia, oggi utilizzati per la biglietteria, il centro d’informazione, la libreria e una mostra di cimeli storici. Il corridoio esterno ospita un cannone e il caratteristico ‘muletto’ cingolato degli Alpini.

La sala di comando

La sala di comando

I locali di piano terra ospitano le camerate dei soldati, gli alloggi degli ufficiali, le cucine, l’infermeria, le latrine, i magazzini dei proiettili e i locali di carica, le torrette delle mitraglie e le caponiere. Scendendo negli umidi locali interrati si osservano la polveriera e le caldaie per il riscaldamento. Salendo al primo piano si osservano gli impressionanti alloggi dei quattro cannoni, con le cupole corazzate in grado di ruotare di 360 gradi. I cannoni, lunghi più di cinque metri, furono costruiti dagli stabilimenti dell’Ansaldo, ma oggi non sono più visibili. Si vedono ancora, invece, le riservette dei proiettili e gli alloggi interni delle granate.

La cucina del forte

La cucina del forte

Grazie a una scaletta si sale sulla terrazza superiore esterna del forte, dove è possibile osservare le cupole corazzate dei cannoni e le torrette delle mitragliatrici. Da qui si gode un ampio panorama sulla conca di Bormio e su tutta la corona dei monti di fronte.

La torretta corazzata del cannone

La torretta corazzata del cannone

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...