Roccacasale e il Colle delle Fate

Siamo in Abruzzo, nella Conca Peligna. Proponiamo un breve itinerario che esplora i dintorni di Roccacasale, paese da presepio inerpicato sulle falde del Morrone. Con percorso sempre panoramico si sale al Castello medievale e si prosegue poi per il Colle delle Fate, dove sfidano ancora i secoli le antiche mura fortificate della civiltà italica. Punto di partenza è la piazza di Roccacasale, raggiungibile dal km … Continua a leggere Roccacasale e il Colle delle Fate

Libertà sulla Maiella. Il cammino di Uys Krige

Siamo in Abruzzo nel 1943. Un campo di concentramento nei pressi di Sulmona ospita circa tremila militari anglosassoni, provenienti soprattutto dalle operazioni della guerra in Africa. Il “Campo 78” (dalla numerazione che i tedeschi diedero a tutti i campi di concentramento sul territorio italiano) si trova in località Fonte d’Amore, alle falde del monte Morrone, e deriva da un vecchio campo fatto costruire per i … Continua a leggere Libertà sulla Maiella. Il cammino di Uys Krige

L’abitato rupestre di San Salvatore nella Macchia di Piantorena

Piantorena è un borgo abbandonato della Tuscia rupestre, situato in un bel bosco di lecci nei dintorni di Grotte Santo Stefano. Chi lo visita resta colpito dalla sua capacità di sopravvivere al tempo. Una sorta di borgo dalle sette vite. Cominciarono gli Etruschi a sfruttare questo pianoro allungato, sollevato tra due fiumi: ne vediamo ancora le tombe in cui deposero i loro morti, scavate nelle … Continua a leggere L’abitato rupestre di San Salvatore nella Macchia di Piantorena

Abruzzo. Passeggiata a Corfinio

Nel 91 avanti Cristo i Marsi, privi dei diritti civili e politici, si ribellano apertamente all’autorità romana e costituiscono la Lega Italica, dotata un esercito comandato da Quinto Poppedio Silone che raccoglie le forze degli stessi Marsi e quelle dei Peligni, dei Vestini, dei Marrucini e dei Frentani. La capitale della confederazione è fissata a Corfinio, nella conca peligna. I primi anni di guerra sono … Continua a leggere Abruzzo. Passeggiata a Corfinio

San Gimignano. Il Giudizio finale, il Paradiso e l’Inferno di Taddeo di Bartolo

Il pellegrino che scendeva a Roma lungo la Via Francigena amava sostare sul colle di San Gimignano. Qui trovava ristoro spirituale ed emozioni d’arte nella Collegiata, dove meditava sulle ‘cose ultime’ sotto le immagini dell’aldilà dipinte nel 1393 da Taddeo di Bartolo. Ancora oggi il duomo di San Gimignano è una tappa d’obbligo per tutti gli amanti dell’Italia medievale. Le pareti della chiesa sono interamente … Continua a leggere San Gimignano. Il Giudizio finale, il Paradiso e l’Inferno di Taddeo di Bartolo

Castel di Ieri: la chiesa campestre, il tempio italico e l’eremo rupestre

Siamo in Abruzzo, a Castel di Ieri, nella valle Subequana. Una grande torre medievale segna in modo caratteristico la skyline di questo borgo medievale, antico vicus aggrumato su un’altura a 519 m. La chiesa dell’Assunta introduce all’architettura minore spontanea del centro storico e alle testimonianze di perizia degli antichi scalpellini. Una bella passeggiata, consigliabile a piedi, ma percorribile in gran parte in macchina, risale da … Continua a leggere Castel di Ieri: la chiesa campestre, il tempio italico e l’eremo rupestre

Abruzzo. Il tratturo di Raiano e le fortificazioni italiche di Monte Urano

Raiano è interamente attraversata dall’antica via della transumanza dal tratturo Celano-Foggia. Questo Regio Tratturo raccoglieva a Celano i flussi pastorali della zona Velino-Sirente, costeggiava il bordo settentrionale della conca del Fucino e, attraverso la Valle Subequana, raggiungeva a Raiano la conca Peligna; traversata la conca, toccava Sulmona e iniziava la salita che dalla valle del Gizio, via Pettorano e Rocca Pia, conduceva al piano delle … Continua a leggere Abruzzo. Il tratturo di Raiano e le fortificazioni italiche di Monte Urano