Mottola. La chiesa rupestre di Santa Margherita

Certo, doveva essere proprio eroica la fede delle donne partorienti della gravina di Mottola. Provate oggi a raggiungere la chiesa rupestre di Santa Margherita. Dopo aver traversato i campi coltivati, zigzagando tra le cave di pietra, si deve percorrere una strapiombante cengia rocciosa sul bordo della gravina e con un passo un po’ aereo calcare la soglia della cripta, affacciata sul vuoto, e penetrare nel … Continua a leggere Mottola. La chiesa rupestre di Santa Margherita

Amatrice. Dies Irae nella chiesa di San Francesco

Il terremoto del 24 agosto 2016 ha portato lutti e distruzione nei paesi della valle del Tronto, ai piedi dei monti della Laga. Vorrei fare memoria dell’antica e svanita bellezza della cittadina di Amatrice con le immagini del grande dipinto trecentesco del Giudizio Universale affrescato sulla parete destra della chiesa di San Francesco. Le foto scattate dai Carabinieri nei giorni immediatamente successivi al sisma testimoniano … Continua a leggere Amatrice. Dies Irae nella chiesa di San Francesco

Il “Liber Figurarum” di Gioacchino da Fiore

Il “Libro delle Figure” è un codice miniato che riporta le meditazioni sulla Bibbia dell’abate Gioacchino e la proposta delle corrispondenze da lui individuate nelle Scritture e tradotte in immagini. Il Libro delle figure può essere definita la più bella e importante raccolta di teologia figurale e simbolica del Medio Evo. Le “Figurae“, concepite e disegnate da Gioacchino da Fiore in tempi diversi, vennero esemplate … Continua a leggere Il “Liber Figurarum” di Gioacchino da Fiore

San Giovanni in Fiore e l’abate Gioacchino

Gioacchino da Fiore, morto nel 1202, è un pensatore medievale che esercita ancora un grande fascino su noi moderni per il suo messaggio positivo sul futuro e per il pensiero profetico e utopico. Egli cercò essenzialmente di trovare nelle Scritture il senso della storia. Collocò il suo secolo ancora nel­l’Età̀ del Figlio, avendo superato quella del Padre, ma in vista di una prossima Era dello … Continua a leggere San Giovanni in Fiore e l’abate Gioacchino

Casabona, città rupestre nel Crotonese

Casabona. Un bel nome per questo centro disteso sulle colline di Crotone, a cavallo tra le vallette del Vìtravo e del Seccato, la cui fama è legata a uno dei principali insediamenti rupestri della Calabria. Già risalendo le tortuose strade che provengono dalla costa e dalla valle del Neto, si resta colpiti dalle forme del paesaggio. A oriente del paese stagliato sul colle, si osservano … Continua a leggere Casabona, città rupestre nel Crotonese

I Giganti della Sila

Sull’altopiano della Sila, in Calabria, c’è un bosco monumentale, dove si ammirano alberi alti 45 m, dal tronco largo 2 m e dall’età straordinaria di 350 anni. Una selva di pini larici e aceri montani piantata nel Seicento dai Baroni Mollo, proprietari del vicino Casino. Oggi la pineta è una riserva naturale biogenetica, dove l’intervento umano ha il solo scopo di lasciare che la natura faccia … Continua a leggere I Giganti della Sila