Gargano. L’architettura agropastorale di Monte Sant’Angelo

Monte Sant’Angelo è città garganica del più grande interesse. Lo è per la sua geografia di città appollaiata su uno spalto roccioso del promontorio del Gargano che guarda verso il mare dall’alto di profondi e inospitali valloni. Lo è per il suo inserimento nel Parco nazionale del Gargano e nel Patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco. Lo è per la sua storia religiosa originata nella grotta dell’apparizione … Continua a leggere Gargano. L’architettura agropastorale di Monte Sant’Angelo

Calabria. Il borgo Le Castella, da Uccialì a Brancaleone

Il borgo delle Castella è un luogo davvero attraente. Costruito su un isolotto a un centinaio di metri dalla costa e collegato da un istmo sabbioso alla terraferma, mescola sapientemente storia e natura. Localizzato sulla punta orientale del golfo di Squillace, controlla l’insenatura di Capo Rizzuto e un tratto importante del Mar Jonio crotonese. Il presidio del Castello è la prova che la zona è … Continua a leggere Calabria. Il borgo Le Castella, da Uccialì a Brancaleone

Calabria. Il villaggio rupestre di Zungri

Siamo a Zungri, in Calabria, sull’altopiano del monte Poro che domina il promontorio di Tropea, proteso tra i due golfi di Sant’Eufemia e di Gioia Tauro. Il paese dista circa 20 km dal capoluogo Vibo Valentia. Il villaggio rupestre è situato nell’immediata periferia di Zungri, nel vallone della fiumara Malòpera, sui 490 metri di altitudine. Un centinaio di grotte di varie dimensioni e forme, risalenti … Continua a leggere Calabria. Il villaggio rupestre di Zungri

Inferno e Paradiso a Fonni

Fonni si fa amare dagli escursionisti per la sua prossimità a monti importanti come il Gennargentu e lo Spada e per i valori naturalistici della Barbagia. Le sue tradizioni, il museo della vita pastorale, i murales, i siti archeologici, ne costituiscono ulteriori attrattori culturali e turistici. Il suo santuario della Madonna dei martiri, all’interno della cittadella francescana dei Minori Osservanti, si propone anche come tappa … Continua a leggere Inferno e Paradiso a Fonni

Il villaggio operaio di Crespi d’Adda

L’Unesco ha inserito Crespi d’Adda nella World Heritage List, la Lista del Patrimonio Mondiale Protetto. Con questa decisione del 1995 il Villaggio è stato proclamato ‘bene di valore universale appartenente all’umanità intera’. Con questa motivazione: Crespi è un esempio eccezionale del fenomeno dei villaggi operai sorti tra l’ottocento e il novecento in Europa e negli Stati Uniti come espressione della filosofia predominante tra gli industriali … Continua a leggere Il villaggio operaio di Crespi d’Adda

Salento. La cripta rupestre di Giurdignano

Frequentata nel Medioevo. Apprezzata per gli affreschi resi scintillanti dalle pietruzze di madreperla. Poi il declino. Trasformata in cisterna, usata come cimitero e abbandonata. Alla fine del Settecento addirittura le costruiscono sopra una nuova chiesa moderna. Occultata e dimenticata. Ma arriva la rivincita. Il pavimento della chiesa sovrapposta sprofonda. Al di sotto emerge un ambiente buio, una cantina, che si rivela in progress come una … Continua a leggere Salento. La cripta rupestre di Giurdignano

La Masseria di Monte Sant’Elia nelle Murge. Sulle tracce di Gandhi

Un’oasi di pace. Un orizzonte rasserenante. Un anfiteatro verde di lecci e pini d’aleppo. La sapiente architettura spontanea della masseria e dei trulli. Siamo nella Masseria di Monte Sant’Elia, sul versante meridionale delle Murge orientali, nel comprensorio delle gravine tarantine. La fatica d’arrivarvi, l’estrema sobrietà della segnaletica, la rarefazione umana, sono remunerate da un paesaggio mitologico e dalla cortesia empatica di Rosanna e Franco, anime … Continua a leggere La Masseria di Monte Sant’Elia nelle Murge. Sulle tracce di Gandhi