Sarzana, città ligure sulla Via Francigena

I giardini della Cittadella

I giardini della Cittadella

Avanzo lentamente sul corso di Sarzana. Ma non è la stanchezza della camminata francigena che mi rallenta il passo. È piuttosto la sorpresa di scoprire una città attraente, piena di gente, di chiese e palazzi, di focaccerie, di manifesti e locandine che invitano a partecipare a ogni sorta di incontri ed eventi. A Sarzana è in corso il Festival della Mente, il primo festival europeo dedicato all’indagine delle idee e della creatività. Uno stuolo di giovani volontari in maglietta bianca distribuisce opuscoli, informa, orienta, guida e regola l’afflusso di visitatori storditi dall’offerta, solo oggi, di ben sedici eventi. C’è una libreria nel cortile del palazzo pubblico. Ci sono spazi per bambini e per ragazzi. E poi ci sono spettacoli teatrali e concerti. E perfino una festa dionisiaca e celtica delle Alpi Apuane, con degustazione d’idromele, ippocrasso e sambyké. È aperto da pochi giorni un ipermoderno centro museale multimediale dell’ipermedievale sistema fortificato della Lunigiana. Tutto questo a Sarzana.

La mappa di Sarzana

La mappa di Sarzana

La Via Francigena

I viaggiatori sulla Via Francigena

I viaggiatori sulla Via Francigena

Siamo in Liguria, nella bassa valle del Magra, dove la ferrovia, la statale e l’autostrada della Cisa s’innestano sulla via Aurelia, la via ferrata e l’autostrada tirreniche. La città di Sarzana è situata nel cuore della Lunigiana, diretta discendente dell’antica città romana di Luni, che sostituì in quanto ad importanza religiosa all’inizio del XIII secolo.

Segnaletica francigena

Segnaletica francigena

La Via Francigena l’attraversa in modo perfettamente lineare, da nord-ovest a sud-est, entrando da Porta Parma e uscendo a Porta Romana, sull’asse delle attuali Via Bertoloni e Via Mazzini, affiancata dalle piazze del mercato, dalle principali chiese, dai palazzi pubblici e gentilizi, da un alveare di botteghe.

La Cittadella

La torre della Fortezza

La torre della Fortezza

La Fortezza Firmafede, conosciuta come la “Cittadella” è un bell’esempio di architettura militare, voluto nel 1487 dalla Signoria fiorentina, all’indomani della vittoria sui genovesi, come avamposto fortificato. Passò in seguito alla repubblica di Genova e poi al Regno Sabaudo, terminando la sua carriera come caserma di polizia e come carcere. Oggi è completamente restaurata e visitabile. Passeggiando sulle mura, si apprezza il suo ruolo cardine della cerchia muraria sarzanese e il suo rapporto con la fortezza di Sarzanello che sorge sulla cima del vicino colle.

Il Museo delle Fortezze

Scena d'assedio

Scena d’assedio

La Fortezza Firmafede è dal 2016 la sede del MUdeF – Museo delle Fortezze. Il percorso interattivo ed emozionale si snoda attraverso 27 sale distribuite su quattro piani e racconta storia e caratteristiche della Lunigiana attraverso le sue fortezze, gli usi e i costumi inserendoli nel loro contesto abitativo e, soprattutto, storico. Schermi olografici, quadri parlanti, videomapping, sono alcuni degli elementi che caratterizzano l’allestimento multimediale realizzato da un’azienda creativa e digitale genovese. Un percorso coinvolgente che permette al visitatore di immergersi in un’epoca passata, rivivere la storia e le vicissitudini di Sarzana in epoca medievale con l’ausilio di immagini e contenuti bilingue (italiano e inglese).  Uno speciale braccialetto, fornito all’ingresso, accompagna il visitatore per tutto il percorso museale permettendogli di attivare i contenuti multimediali come proiezioni, audio e video.

Il Museo diocesano

Una sala del Museo diocesano

Una sala del Museo diocesano

Affiancato alla Cittadella è l’oratorio della Misericordia, edificato, verso la fine del ‘500 dalla Confraternita dei Neri. All’interno è stato allestito il Museo Diocesano di Sarzana, articolato in sei sale. Il Museo conserva il gruppo marmoreo dell’Annunciazione e alcune oreficerie, tra cui una teca siriana del settimo secolo e varie suppellettili e arredi datati tra il XV e il XIX secolo.

Le pale di marmo della Cattedrale

La Cattedrale dell'Assunta

La Cattedrale dell’Assunta

La candida e imponente facciata marmorea della Cattedrale (www.cattedraledisarzana.it) introduce alle navate interne e a una galleria di opere d’arte. Le opere più belle sono a mio gusto le due pale marmoree realizzate dagli scultori Riccomanni di Pietrasanta e collocate nelle due cappelle del transetto. Esse interpretano bene la novità dello stile rinascimentale quattrocentesco.

La pala dell'Incoronazione

La pala dell’Incoronazione

La pala di sinistra è dedicata all’Incoronazione di Maria, quale regina dell’universo, da parte di suo figlio Gesù, alla presenza del Padre e della colomba dello Spirito, in un tripudio di angeli, santi, profeti ed evangelisti.

La pala dell'Assunzione

La pala dell’Assunzione

La pala di destra è dedicata all’assunzione di Maria in cielo. Nella predella sono le scene della crocifissione di San Pietro, della decapitazione di San Giovanni Battista e della morte della Vergine. Negli scomparti laterali figurano Giovanni Battista, Saulo-Paolo con la spada, l’apostolo Andrea, Pietro con le chiavi, Giovanni evangelista e Basilio vescovo. Negli scomparti del registro superiore sono le scene della flagellazione di Gesù, della preghiera nell’orto del Getsemani e della crocifissione.

La pieve di Sant’Andrea

La facciata della chiesa di Sant'Andrea

La facciata della chiesa di Sant’Andrea

La chiesa di Sant’Andrea è l’edificio più antico della città e mostra ancora ben visibili i segni della sua storia secolare riconducibile alle tre fasi romanica, gotica e rinascimentale. La facciata ha una caratteristica e compatta muratura in pietrame. Incorpora un campanile trecentesco e un portale cinquecentesco. All’interno sono due gruppi marmorei: l’annunciazione, con Maria e l’arcangelo Gabriele; Sant’Andrea, tra San Pietro e San Paolo.

La statua di Sant'Andrea

La statua di Sant’Andrea

(Ho visitato Sarzana il 3 settembre 2016)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...