Il nuraghe di Dronnoro

Il nuraghe Dronnoro

Il nuraghe Dronnoro

Un nuraghe maestoso, solenne, solitario, in uno spazio aperto e panoramico. La breve passeggiata che raggiunge la zona archeologica di Dronnoro è indubbiamente gratificante. L’accesso è nei pressi del cartello del km 7 sulla strada provinciale che collega Fonni a Pratobello.

La segnaletica

La segnaletica

Costeggiata una fattoria, la pista, protetta da due muretti di pietra a secco, s’innalza tra cespugli e radi alberi, traversa una zona di pascolo e immette nella zona recintata, regno della pietra. Ed eccolo il nuraghe, inquadrato in modo pittoresco tra due alberi. La torre centrale è ben conservata ed è affiancata da due torri laterali in rovina. Un poderoso bastione fascia l’intero complesso.

Veduta posteriore

Veduta posteriore

Vi si accede da sud-est, dopo aver attraversato un piccolo cortile triangolare a cielo aperto delimitato dalle torri laterali e dal bastione. L’imponente ingresso architravato immette in un breve corridoio su cui si apre, sulla sinistra, il vano scala che conduce sulla sommità, dove era la terrazza. Dal corridoio si accede alla camera circolare della torre principale: è emozionante osservare come si sia conservata intatta la copertura a tholos realizzata con anelli di conci progressivamente aggettanti, chiusi da una lastra centrale posta a 7 metri dal suolo.

L'interno voltato

L’interno voltato

Dalla sommità della scala si possono ammirare Fonni, monte Spada e i monti del Gennargentu, le cime brulle di Ollolai e di Olzai sulla destra, la catena calcarea del Supramonte sulla sinistra.

Usciti dal nuraghe si può gironzolare nei dintorni per scoprire le tracce del villaggio, non ancora scavato, i resti di una tomba di giganti e una domus de janas scolpita in una roccia.

La scala interna

La scala interna

(Ho visitato il nuraghe di Dronnoro il 9 ottobre 2016)

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Pietra a secco e contrassegnato come , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...