Gerasa in Giordania. Una Roma lontana da Roma

L’ufficio turistico giordano invita a visitare Jerash proponendola come “una Roma lontana da Roma”. Ed è vero. È una definizione corretta. Quando si visitano le località dell’antico mondo mediterraneo che furono parte dell’impero romano, il marchio di Roma è sempre immediatamente riconoscibile. Jerash si chiamava allora Gerasa. Conquistata dal generale Pompeo nel 63 avanti Cristo, entrò nella Lega della Decapoli, l’alleanza delle dieci grandi città romane … Continua a leggere Gerasa in Giordania. Una Roma lontana da Roma

Petra, la città rupestre dei Nabatei

Per gli appassionati del paesaggio rupestre la visita della città di Petra, nel deserto della Giordania, è un’emozione lungamente desiderata. Certo, vi sono nel mondo numerose città simbolo della civiltà rupestre. Penso a Matera e alle gravine joniche, a Göreme e alle città della Cappadocia, a Vardzia in Georgia e a tante altre. Ciascuna di esse accende la scintilla di un innamoramento e segna una … Continua a leggere Petra, la città rupestre dei Nabatei

Salento. L’Abbazia di Santa Maria di Cerrate

Siamo a nord di Lecce. Usciamo dalla superstrada per Brindisi al km 24 e percorriamo 4 km della strada provinciale 100 in direzione del mare di Casalabate. L’Abbazia di Cerrate si rivela all’improvviso, come un’isola in un mare di ulivi. Ci sono lavori in corso, ma la visita è consentita e gradita. Le ragazze del Fai si prodigano pazientemente in spiegazioni ai tanti turisti italiani … Continua a leggere Salento. L’Abbazia di Santa Maria di Cerrate

Le tombe dei giganti di Madau

Le tombe dei villaggi nuragici sono appariscenti, megalitiche, monumentali, imponenti. L’immaginario popolare ha fantasticato vedendo in questi cimiteri l’estrema dimora di giganti, di una mitica popolazione preistorica di ciclopi. Queste caratteristiche sono evidenti nell’area sepolcrale di Madau, probabilmente collegata al vicino villaggio nuragico di Gremanu. Vi troviamo quattro tombe di giganti disposte ad anfiteatro e rivolte verso il sole nascente, scavate dal grande archeologo sardo … Continua a leggere Le tombe dei giganti di Madau

Milano. I mestieri di duemila anni fa

Perfino un museo archeologico riesce ad essere divertente! Perfino una raccolta di epigrafi incise su antiche pietre, quelle che il visitatore schiva, fuggendo solitamente di gran carriera. Accade a Milano. Sulle stele funerarie raccolte nel museo archeologico, i Mediolanenses, i milanesi di duemila anni, fa hanno immortalato i colleghi professionisti, commercianti e artigiani, scolpendo nel marmo le immagini del loro lavoro e dedicando loro malinconici ricordi. … Continua a leggere Milano. I mestieri di duemila anni fa

Caccuri. Le rupi, le grotte, le chiese

Caccuri è una piacevole sorpresa per i visitatori delle terre del Marchesato, in Calabria. Spicca sui colli del Crotonese, in quel territorio di transizione tra la costa del Mar Jonio e i boschi della Sila, segnato dal solco del fiume Neto e facilmente raggiungibile grazie al veloce percorso della Statale 107. All’ingresso del paese l’ottocentesca fontana di Canalaci, col suo getto copioso d’acqua fresca, ristora … Continua a leggere Caccuri. Le rupi, le grotte, le chiese

La chiesa Stella Maris di Porto Cervo

La Costa Smeralda in Sardegna è il frutto di un grande investimento immobiliare in funzione turistica e balneare, promosso dal Consorzio omonimo, costituitosi nel 1962 su idea dell’Aga Khan Karim IV. La costa della Gallura, allora scarsamente popolata, si è progressivamente costellata di porticcioli, ville e alberghi di lusso, ed è stata profondamente trasformata. I giudizi sul valore e la qualità architettonica degli insediamenti realizzati … Continua a leggere La chiesa Stella Maris di Porto Cervo