Milano. I mestieri di duemila anni fa

Perfino un museo archeologico riesce ad essere divertente! Perfino una raccolta di epigrafi incise su antiche pietre, quelle che il visitatore schiva, fuggendo solitamente di gran carriera. Accade a Milano. Sulle stele funerarie raccolte nel museo archeologico, i Mediolanenses, i milanesi di duemila anni, fa hanno immortalato i colleghi professionisti, commercianti e artigiani, scolpendo nel marmo le immagini del loro lavoro e dedicando loro malinconici ricordi.

Il lavoro degli antichi milanesi

Il lavoro degli antichi milanesi

La maestra Orensia

La maestra Orensia

La maestra Orensia

La stele del primo secolo raffigura la bacchettata inferta da un insegnante a un allievo indisciplinato. La maestra si chiama Orensia Obsequente ed è raffigurata in alto con gli strumenti del mestiere, un contenitore di calami (cannucce per scrivere) e un frustino.

La punizione dello scolaro indisciplinato

La punizione dello scolaro indisciplinato

Gaio Vettio e i commercianti di stoffe

I commercianti di panni

I commercianti di panni

L’immagine della grande stele rivela che il titolare del monumento, Gaio Vettio, è un produttore e commerciante di tessuti, attività frequente nella Milano del primo secolo. Anche una seconda stele è dedicata a un tale Licinio e alla sua numerosa famiglia di commercianti di stoffe.

I venditori di tessuti

I venditori di tessuti

Il fabbro ferraio Sesto

I fabbri ferrai

I fabbri ferrai

Su questa stele figurano, nell’atto di stringersi la mano, Sesto Magio Licino e Sesto Magio Turpio. La presenza di una tenaglia nelle mani di uno dei due personaggi e i simboli del martello e della tenaglia raffigurati sul frontone accanto a una testa di Medusa, inducono a credere che essi svolgessero, forse come soci, il mestiere di fabbro ferraio.

Il ciabattino Gaio Atilio Giusto

Il ciabattino

Il ciabattino

Fiero della sua professione, il calzolaio Gaio Atilio Giusto si fa ritrarre al lavoro nella sua bottega. Il rilievo compare alla base dell’imponente monumento funerario preparato, secondo il testamento, per sé e per la moglie.

Il vinaio Lucio Veracio Terenziano

La stele per il vinaio

La stele per il vinaio

La moglie e il fratello dedicano un altare funerario al liberto Lucio Veracio Terenziano, ricordandone l’età della morte (39 anni) ed evidenziando la sua professione di commerciante di vini (negotiatoris vinariari).

Per approfondire

La torre poligonale delle mura

La torre poligonale delle mura

Il Museo Archeologico di Milano è situato nell’ex-convento del Monastero Maggiore di San Maurizio. Al piano terra si trova la sezione dedicata a Milano Antica. Il percorso di visita continua nel chiostro interno (“la società milanese attraverso le epigrafi”) dove è visitabile la torre poligonale (fine III secolo) con affreschi medioevali (XIII Secolo). Al piano interrato si possono visitare la sezione di Arte del Gandhara e la sezione Abitare a Mediolanum. Dal chiostro interno del museo, percorrendo la passerella che attraversa le mura romane si raggiunge l’edificio di via Nirone 7, nuovo ampliamento del museo. Al piano terra c’è la sezione Caesarea Maritima (Israele). Al primo piano è esposta la sezione altomedioevale, al secondo la sezione etrusca mentre il terzo piano è dedicato alla sezione greca.

(La visita è stata effettuata il 23 giugno 2016)

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Archeologia e contrassegnato come , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...