Armenia. Un Caravanserraglio sulla Via della Seta

Siamo in Armenia, sui monti Vardenis. La strada sale faticosamente a tornanti verso i 2410 metri di quota del valico di Selim. Superata la fascia del bosco, traversiamo immense distese verdi di pascolo e steppa. Stiamo ripercorrendo la storica Via della Seta che collegava l’Oriente con l’Occidente. Siamo in particolare sulla strada Dvin-Partav, il ramo trans-caucasico che traversava l’istmo ponto-caspico e collegava l’attuale Iran alla … Continua a leggere Armenia. Un Caravanserraglio sulla Via della Seta

Georgia. Il Giudizio universale di Vardzia

Vardzia fu scavata nel millecento, su iniziativa del re georgiano del tempo, con l’idea di mimetizzare nella roccia un presidio di soldati a controllo della vicina frontiera. Quando la frontiera si allontanò e vennero meno le ragioni di sicurezza, la figlia del re, l’amatissima regina Tamar, ne allontanò i soldati e la trasformò in una ‘città sacra’, popolata da centinaia di monaci. Nell’epoca d’oro della … Continua a leggere Georgia. Il Giudizio universale di Vardzia

Georgia. Il Giudizio universale nella cattedrale di Svetitskhoveli

Il grande affresco del Giudizio universale che si trova all’interno della cattedrale di Svetitskhoveli, sulla parete di destra, segue il modello bizantino di rappresentazione della seconda venuta del Signore sulla terra per giudicare l’umanità. Il cuore del dipinto è il grande cerchio che racchiude l’immagine del giudice. Gesù siede sul trono e giudica l’umanità risorta accogliendo i beati col gesto benedicente della mano destra e … Continua a leggere Georgia. Il Giudizio universale nella cattedrale di Svetitskhoveli

Georgia. La città rupestre di Uplistsikhe

Furono le orde dei Mongoli di Gengis Khan a devastare e colpire a morte Uplistsikhe. Da allora la più antica città rupestre della Georgia fu abbandonata alla desolazione. Sette secoli dopo, nel 1920, un devastante terremoto provocò il crollo della parete rocciosa e l’ulteriore rovina di molte sue cavità. La rinascita della waste land iniziò negli anni Cinquanta del Novecento, grazie a successive campagne di scavo … Continua a leggere Georgia. La città rupestre di Uplistsikhe

Chiese di Georgia

Secondo la tradizione il Vangelo di Gesù fu predicato in Georgia direttamente da alcuni dei suoi apostoli e in particolare dall’apostolo Andrea. E il cristianesimo fu dunque molto precoce tanto da diventare religione nazionale già intorno al 327, grazie alla predicazione di Santa Nino e alla conversione del re Mirian e della regina Nana. L’antica capitale Mtsketa divenne nel tempo il cuore spirituale del cristianesimo … Continua a leggere Chiese di Georgia

Georgia. Il Castello di Rabati

Il castello di Rabati domina la città moderna di Akhaltsikhe, nel sud-ovest della Georgia. In realtà, più che di una semplice fortezza o di un presidio militare, si tratta di una vasta cittadella, suddivisa in quartieri e circondata da mura. Era luogo di mercato e di scambi sulle vie carovaniere. Siamo del resto in una regione di frontiera, dove s’incontravano mercanti, regni e popoli e … Continua a leggere Georgia. Il Castello di Rabati

Georgia. La città rupestre di Vardzia

Siamo nel sud della Georgia, ormai prossimi al confine con l’Armenia. Il bus risale la tortuosa valle del fiume Mtkvari, scavata tra le montagne del Caucaso. Siamo diretti a Vardzia, la celebre città rupestre. Ma tutta la valle è un continuumdi siti storici e archeologici che ne fanno un autentico Museo diffuso (Vardzia historical-architectural museum-reserve). Abbiamo lasciato la città di Achaltsikhe dominata dall’immensa Fortezza di … Continua a leggere Georgia. La città rupestre di Vardzia