Il Castello di Montal

Il castello di Montal, nel dipartimento francese del Lot, fu costruito tra il 1519 e il 1534 per iniziativa di una donna di grande cultura, di nome Jeanne de Balsac.  Il suo pregio è l’essere una preziosa testimonianza del primo Rinascimento nel Quercy. La sua progettazione architettonica corrisponde a una nuova arte del vivere
 e del costruire, più confortevole, intima e raffinata, tipica della nobiltà francese all’inizio del sedicesimo secolo.

La facciata occidentale

Anche se la facciata settentrionale e quella occidentale evocano ancora le austere roccaforti medievali,
la leggiadria delle facciate che danno sul cortile è incantevole. La scalinata d’accesso col suo apparato ornamentale sontuosamente scolpito, l’organizzazione degli ambienti interni e il giardino di bosso mettono in risalto il programma ornamentale ispirato al pensiero umanistico.

La decorazione rinascimentale

I sette busti scolpiti e inseriti sulle facciate rinascimentali rappresentano Jeanne de Balsac e i suoi familiari più prossimi. Le due statue nelle nicchie rappresentano le allegorie della Forza e della Prudenza. L’ampia cornice scolpita in leggero rilievo presenta figure mitologiche o simboliche, personaggi e animali favolosi, accanto alle iniziali di Jeanne e dei suoi due figli accompagnate da blasoni e motti in latino.

Il giardino del castello

Accanto al cortile si ammira il caratteristico giardino rinascimentale, formato da quattro aiuole a labirinto di bosso, attorno a un pozzo centrale. All’esterno del complesso sorgono la cappella di San Pietro e gli edifici di servizio.

La cappella di San Pietro

(La visita è stata effettuata il 29 agosto 2018)

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Arte e contrassegnato come , , , da carlofinocchietti . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su carlofinocchietti

Carlo Finocchietti dirige a Roma un’agenzia europea specializzata nella mobilità accademica internazionale e nel riconoscimento dei titoli di studio esteri. I suoi interessi di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano sull’internazionalizzazione dei sistemi universitari, l’orientamento professionale e i rapporti tra università e industria. Camminatore appassionato e curioso ha esplorato e descritto in diversi volumi intriganti percorsi escursionistici legati alla memoria storica dell’Italia centrale.

One thought on “Il Castello di Montal

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...