Susanna e i vecchioni

Susanna è una donna giovane e bella. Vive nella grande casa di suo marito. Ma viene insidiata da due anziani molestatori che, “presi da ardente passione per lei”, non esitano a ricattarla pur di averne i favori. Al rifiuto di lei, i due anziani, che sono peraltro giudici della comunità ebraica esule a Babilonia, si vendicano: la accusano pubblicamente di un inesistente adulterio e la … Continua a leggere Susanna e i vecchioni

Roma. I luoghi di Livia a Prima Porta

Allontanandoci dal centro di Roma in direzione nord, seguendo la via Flaminia e risalendo il corso del fiume Tevere, raggiungiamo la località di Prima Porta. Oggi è uno snodo stradale importante, dove la Flaminia incrocia il Raccordo anulare, la via Tiberina e la via Giustiniana; è la stazione di una frequentata ferrovia urbana; ma anche un nome che per i romani è inevitabilmente legato al … Continua a leggere Roma. I luoghi di Livia a Prima Porta

I sentieri dei Peligni. Da Ocriticum a Colle Mitra

Una passeggiata archeologica nel cuore dell’Abruzzo. Siamo sulle ultime propaggini del monte Rotella che si allungano verso Sulmona e la conca peligna. Si parte dagli scavi di Ocriticum, l’antica mansio romana dedicata a Giove Lareno. Si sale al recinto fortificato italico di Colle Mitra. L’interesse archeologico si somma al piacere di contemplare un panorama amplissimo su tutti i monti d’Abruzzo. Si aggiunga che l’escursione è breve, … Continua a leggere I sentieri dei Peligni. Da Ocriticum a Colle Mitra

La necropoli etrusca di Poggio Buco

Poggio Buco è il nome di un insediamento etrusco che occupa il piccolo altopiano di tufo delimitato dal fiume Fiora e da due suoi affluenti, il torrente Rubbiano e il fosso Bavoso. Il nome dichiara esplicitamente la sua posizione sul “poggio” e il “buco” delle sue tombe rupestri. Siamo nell’Etruria interna, un’area della Maremma toscana non lontana dal confine con il Lazio. L’abitato etrusco si … Continua a leggere La necropoli etrusca di Poggio Buco

La Catacomba di San Pancrazio

La storia di Pancrazio è simile a quella di tanti altri martiri cristiani dei primi secoli. Era un giovane romano di buona famiglia, nato in Frigia. Rimasto orfano, fu affidato allo zio Dionisio che lo portò con sé a Roma. Qui Pancrazio conobbe il papa Marcellino e rimase affascinato dal messaggio cristiano. La persecuzione anticristiana del feroce Diocleziano non gli diede scampo. Di fronte al … Continua a leggere La Catacomba di San Pancrazio

La Lanterna dei morti a Sarlat

Sarlat-la-Canéda è una cittadina francese del Périgord, nel dipartimento della Dordogna. La sua storia inizia nel Medioevo quando il borgo si sviluppa intorno all’abbazia benedettina. Ma il suo periodo d’oro è il Cinquecento quando le nuove famiglie della nobiltà locale creano prosperità e costruiscono le loro dimore nello stile artistico e nello spirito umanistico del Rinascimento. L’antica abbazia benedettina è stata intanto promossa al rango … Continua a leggere La Lanterna dei morti a Sarlat

La Catacomba “Ad Decimum” sulla Via Latina

Sconosciuta. Sorprendente. Una catacomba cristiana a Roma, aperta e visitabile, ma pochissimo frequentata. Con caratteristiche di grande pregio. Riemersa intatta dal fango dei secoli, con le gallerie transitabili e i loculi ancora tutti sigillati. Espressione della piccola comunità del Vicus Angusculanus sorta nei primi secoli intorno a un santuario, ai casali rustici, alle ville d’otium e a una stazione di posta fornita d’impianto termale. Una comunità che … Continua a leggere La Catacomba “Ad Decimum” sulla Via Latina