Grande Guerra. Passeggiata al Forte austriaco di Luserna

La passeggiata a Forte Luserna può iniziare dal parcheggio della malga Millegrobbe. È la soluzione più lineare e meno impegnativa, che utilizza una strada sterrata accessibile anche alle carrozzine dei bambini. Si può in alternativa partire direttamente da Luserna, con un percorso appena più impegnativo e più vario. Si tratta in questo caso del Sentiero tematico “Dalle Storie alla Storia”, ritmato dalle sagome di metallo … Continua a leggere Grande Guerra. Passeggiata al Forte austriaco di Luserna

Luserna dei Cimbri. I percorsi della memoria

Situato sull’Altopiano di Folgaria, in provincia di Trento, Luserna è un paese minuscolo, con appena 258 abitanti. Ma ha una storia importante come isola linguistica cimbra. Il suo nome deriverebbe infatti dal cimbro Laas, che voleva indicare valico, località di accesso alla Valsugana. La lingua cimbra è un antico dialetto tedesco portato sull’altopiano di Lusérn attorno all’anno Mille da coloni bavaresi che in varie ondate migratorie hanno … Continua a leggere Luserna dei Cimbri. I percorsi della memoria

Grande Guerra. Da Passo Coe al forte austriaco Dosso del Sommo

I forti austriaci dell’altopiano di Folgaria sono un’attrazione magnetica per gli appassionati della Grande Guerra. Ma anche chi non ama i libri di storia ne apprezza comunque le terrazze panoramiche sulle quali sorgono e i piacevoli percorsi naturali che vi conducono.  È il caso del forte Dosso del Sommo (o delle Somme) che gli austriaci chiamavano Werk Serrada. Per raggiungerlo l’itinerario più breve inizia dal Passo … Continua a leggere Grande Guerra. Da Passo Coe al forte austriaco Dosso del Sommo

Lavarone. Il Giro dei Camini

L’escursione è molto piacevole, solitaria, a double face. La prima parte è un balsamico percorso nel bosco. La seconda parte è una cavalcata all’aperto tra i prati e gli alpeggi di Lavarone. A questi sfondi di paesaggio si aggiungono i punti d’interesse storico, costituiti dal Forte Belvedere e dai Camini. Cui si aggiungono i balconi panoramici del Forte sulla Valdastico e del Passo del Cost sull’altopiano. … Continua a leggere Lavarone. Il Giro dei Camini

Grande Guerra. Il Forte austriaco di Sommo Alto

La passeggiata al Sommo Alto è molto frequentata perché l’attrazione del Forte è collocata su un percorso lineare alla quota di 1600 metri compreso tra il valico stradale di Passo Coe (1610 m) e il Rifugio Stella d’Italia (1539 m), raggiunto dalla seggiovia di Francolini. I lievi saliscendi della sterrata e la durata di un’ora ne fanno un percorso adatto anche alle famiglie che frequentano … Continua a leggere Grande Guerra. Il Forte austriaco di Sommo Alto

Lavarone. Il Forte austriaco Belvedere Gschwent

Le guide turistiche lo definiscono il bastione difensivo del Trentino meridionale contro l’esercito italiano e una tra le più in grandi fortezze austro-ungariche della Grande Guerra. Hanno ragione. Il Forte Belvedere-Gschwent è oggi l’unico perfettamente conservato e interamente visitabile. La facilità di accesso e il Museo che è stato allestito nelle sue sale ne fanno un’attrazione irresistibile per i turisti che affollano Lavarone e l’Alpe … Continua a leggere Lavarone. Il Forte austriaco Belvedere Gschwent

Passo Coe. La base missilistica “Tuono”

Il Passo Coe sull’altopiano di Folgaria cumula il non invidiabile primato di partecipazione a tre guerre in un solo secolo: la Grande Guerra (era area di confine, scenario degli scontri del 1915 e dell’Offensiva di Primavera), la seconda (con episodi cruenti della Resistenza) e, infine, la Guerra Fredda. Sì, la Guerra Fredda, che ormai, dopo la caduta del Muro di Berlino, si allontana nella nostra … Continua a leggere Passo Coe. La base missilistica “Tuono”

Le trincee e i panorami del Monte Maggio

Salire su questo monte aiuta molto a capire la Grande Guerra e a scoprirne le tracce scavate nelle rocce sommitali. Monte Maggio nel 1915 si trovava esattamente sulla linea di confine tra il Veneto italiano e il Trentino austriaco. Per la sua posizione dominante fu fortificato dagli austro-ungarici e poteva godere della protezione dei retrostanti Forti di Werk Serrada sul Dosso delle Somme e e Werk Sommo sul … Continua a leggere Le trincee e i panorami del Monte Maggio

Linea Gotica. Il Cimitero militare tedesco del passo della Futa

Nel 1944 il passo della Futa costituiva un punto di forza della Linea Gotica. I tedeschi vi costruirono numerose opere di difesa, un lungo fossato anticarro, casematte in cemento armato, torrette interrate di carri armati Panther, campi minati e trinceramenti con filo spinato. Oggi, di quel passato, resta malinconicamente sul Passo il cimitero di guerra germanico. Il Deutschen Soldatenfriedhof è il più grande sacrario realizzato … Continua a leggere Linea Gotica. Il Cimitero militare tedesco del passo della Futa

Linea Gotica. Il Parco Memoriale di Vernio

Il Memoriale di Vernio è un rilievo che domina il Mugello e la Val Bisenzio e che preserva i resti di un caposaldo della Linea Gotica. Durante la seconda guerra mondiale i tedeschi avevano fortificato in questa zona tre punti strategici: il poggio Montetiglioli a quota 628, il poggio Torricella a quota 791 e il poggio Stancalasino a quota 810. Erano stati predisposti profondi ricoveri, … Continua a leggere Linea Gotica. Il Parco Memoriale di Vernio