Linea Gotica. Il Cimitero militare tedesco del passo della Futa

Nel 1944 il passo della Futa costituiva un punto di forza della Linea Gotica. I tedeschi vi costruirono numerose opere di difesa, un lungo fossato anticarro, casematte in cemento armato, torrette interrate di carri armati Panther, campi minati e trinceramenti con filo spinato. Oggi, di quel passato, resta malinconicamente sul Passo il cimitero di guerra germanico. Il Deutschen Soldatenfriedhof è il più grande sacrario realizzato … Continua a leggere Linea Gotica. Il Cimitero militare tedesco del passo della Futa

Linea Gotica. Il Parco Memoriale di Vernio

Il Memoriale di Vernio è un rilievo che domina il Mugello e la Val Bisenzio e che preserva i resti di un caposaldo della Linea Gotica. Durante la seconda guerra mondiale i tedeschi avevano fortificato in questa zona tre punti strategici: il poggio Montetiglioli a quota 628, il poggio Torricella a quota 791 e il poggio Stancalasino a quota 810. Erano stati predisposti profondi ricoveri, … Continua a leggere Linea Gotica. Il Parco Memoriale di Vernio

Linea Cadorna. Ornavasso e il Forte di Bara

La Linea Cadorna individua sinteticamente il sistema di fortificazioni che il Generale Cadorna, capo di stato maggiore dell’esercito, fece costruire lungo tutto il confine italo-svizzero tra l’estate del 1915 e la primavera del 1918, durante la prima guerra mondiale. Era allora vivo il timore che le truppe austro-tedesche potessero aggirare le linee italiane transitando per la neutrale Svizzera e penetrando in Italia attraverso i valichi … Continua a leggere Linea Cadorna. Ornavasso e il Forte di Bara

Vallo Alpino. Lo sbarramento del Passo Resia

Il Vallo Alpino risale agli anni Trenta del secolo scorso, quando il regime decise di proteggere i confini alpini dell’Italia con un sistema di fortificazioni difensive distribuito tra Ventimiglia a Fiume. Anche l’Alto Adige fu interessato dal lavoro di costruzione degli sbarramenti fortificati in funzione anti-tedesca. Le proteste del Reich e le successive vicende belliche comportarono la sospensione dei lavori. Solo dopo l’adesione al Patto … Continua a leggere Vallo Alpino. Lo sbarramento del Passo Resia

Libano. Incontro con i Caschi Blu italiani della missione di pace Unifil

Nel sud del Libano, al confine con Israele, opera la Missione di pace delle Nazioni Unite (Unifil – United Nations Interim Force in Lebanon). La Forza di interposizione e di pace (peacekeeping) svolge i tre compiti previsti dalla Risoluzione Onu n. 1701, adottata nel 2006 dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite: monitorare la cessazione delle ostilità tra Libano e Israele, supportare le forze armate … Continua a leggere Libano. Incontro con i Caschi Blu italiani della missione di pace Unifil

Roma. Passeggiata a Forte Bravetta

C’erano un tempo due luoghi spauracchio per i soldati refrattari alla disciplina militare. “Ti mando a Gaeta!” era la raggelante minaccia che gli ufficiali urlavano ai marmittoni più caparbi e ostinati. E si riferivano al carcere militare nel castello della deliziosa cittadina sul Tirreno. L’altro posto da brivido era il Forte Bravetta di Roma, avvolto dalla sinistra fama di luogo delle fucilazioni, dove le esecuzioni … Continua a leggere Roma. Passeggiata a Forte Bravetta

Sulla Linea Gustav. Il cammino della memoria

“Sulla Linea Gustav” è un percorso pedonale e cicloturistico nato dall’idea di alcuni bikers dell’Associazione Winter Line che nel 2013 hanno deciso di ripercorrere la linea difensiva costruita dai tedeschi per fermare l’avanzata degli Alleati. Nell’intento di rendere quel percorso un modo di conoscenza attiva del territorio, la società cooperativa Terracoste ha proposto il progetto alla regione Abruzzo e ha ottenuto i fondi europei destinati all’incentivazione e … Continua a leggere Sulla Linea Gustav. Il cammino della memoria