I tratturi di Gravina in Puglia

Gravina in Puglia è uno degli snodi della rete dei tratturi pastorali che collegavano le masserie e le aree di pascolo a cavallo tra la Puglia e la Basilicata. A margine della città transitava il Regio Tratturo Melfi-Castellaneta, che proveniva dai pascoli estivi dei monti del Vulture e sfociava nella piana costiera del mar Jonio all’uscita delle gravine joniche. Il Regio Tratturo seguiva una direzione … Continua a leggere I tratturi di Gravina in Puglia

Il Regio Tratturo da Opi a Pescasseroli

Percorriamo l’ultima tappa del Regio Tratturo che in primavera riportava le greggi e i loro pastori a Pescasseroli e agli stazzi dell’alta valle del Sangro e dei monti Marsicani. Avevano lasciato le locazioni e le poste del Tavoliere meridionale intorno a Candela, dove avevano trascorso l’inverno. E il loro ritorno ricomponeva le famiglie ed era l’occasione di feste di vicinato e di paese. Partiamo da … Continua a leggere Il Regio Tratturo da Opi a Pescasseroli

Parco d’Abruzzo. Sul Tratturo, dalla Val Fondillo a Opi

L’orso, il lupo e il camoscio sono gli animali-simbolo del Parco. Tutelati, protetti, perfino coccolati. Non stupisce che il desiderio di avvistarli liberi nella natura spinga frotte di turisti sui sentieri impervi dei monti Marsicani. Tuttavia l’ultimo grande sentiero segnato dal Parco nazionale d’Abruzzo è dedicato a sorpresa all’animale anti-eroe per eccellenza, la pecora, timida, mitissima, addirittura imbelle. Il “tratturo” che i pastori abruzzesi percorrevano … Continua a leggere Parco d’Abruzzo. Sul Tratturo, dalla Val Fondillo a Opi

Il paesaggio agropastorale di Capracotta

Le terre alte di Capracotta hanno visto transitare nei secoli i guerrieri sanniti e carecini, i pastori transumanti, i prigionieri di guerra in fuga, gli emigranti e gli inurbati di ritorno e oggi gli sciatori e i fondisti, i naturalisti e i forestali, i pellegrini, i trekker e gli amanti delle passeggiate in solitudine. I motivi di attrazione di questo paese, che con i suoi 1416 … Continua a leggere Il paesaggio agropastorale di Capracotta

La Masseria fortificata di Parasacco

Il contrasto con la modernità è violento. Sfilano veloci le abbaglianti architetture dello stabilimento FCA di Melfi, l’innovativa fabbrica della nuova 500 e della Jeep Renegade. E poco più avanti, nell’ampia piana agricola lungo l’Ofanto, lungo un tratturello ormai asfaltato, ecco apparire la solitaria architettura di una masseria ottocentesca. Una fattoria che vorrebbe trasmettere un’idea di forza con le sue fortificazioni difensive a presidio del … Continua a leggere La Masseria fortificata di Parasacco

Passeggiata sui tratturi di Melfi

Le terre di Lucania erano ai margini della grande transumanza che si svolgeva tra i monti d’Abruzzo e la piana pugliese del Tavoliere. Ma non le erano estranee. Simbolo della transumanza ‘orizzontale’, di lunga percorrenza, è il Regio Tratturo Melfi-Castellaneta. Questa lunga ‘via verde’, nota anche come “il cammino di Puglia”, collegava i pascoli invernali della piana jonica e della fossa bradanica con i pascoli … Continua a leggere Passeggiata sui tratturi di Melfi

Il Tratturo peligno, da Raiano a Sulmona

Siamo a Raiano, cittadina abruzzese attraversata dal Regio Tratturo Celano-Foggia. La storica via della transumanza vi giungeva dopo aver costeggiato le rive dell’antico Lago Fucino, aver valicato la Forca Caruso ed essere discesa nella Valle Subequana. Ci troviamo sul margine settentrionale della conca peligna, allo sbocco della gola di San Venanzio, protetta da una riserva naturale regionale. L’obiettivo della nostra passeggiata è la città di … Continua a leggere Il Tratturo peligno, da Raiano a Sulmona